Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Conto Energia 2011: l’Autorità ha pubblicato le prime modalità attuative
di Bartolomeo Buscema

La delibera era attesa da molti investitori siciliani, soprattutto coloro che operano nel settore fotovoltaico. Per l’invio dei dati i soggetti responsabili degli impianti devono utilizzate il portale informatico del Gse

Tags: Speciale Energia



CATANIA - L’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG) ha finalmente pubblicato la Delibera Arg/elt 20 ottobre 2010, n. 181, recante “Attuazione del decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare 6 agosto 2010, ai fini dell’incentivazione della produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica della fonte solare”.

In particolare, la delibera, attesa da molti investitori siciliani del settore fotovoltaico, attua quanto disposto l’art. 15 del D.M. 06/08/10 “Compiti dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas”. Infatti, l'Allegato A del Decreto che entrerà in vigore il prossimo 1 gennaio 2011, riguarda le modalità, i tempi e le condizioni per l'erogazione delle nuove tariffe e la loro copertura finanziaria con la componente A3 della bolletta elettrica.
Ecco i punti salienti della delibera che riguardano sia l’aspetto dell’installazione sia quello di manutenzione degli impianti fotovoltaici.

Per accedere alle tariffe incentivanti del nuovo Conto Energia, il soggetto responsabile dell’impianto,oltre a rispettare i requisiti previsti dal D.M. 06/08/10 e a presentare domanda nei tempi e nei modi previsti,deve anche dichiarare: a) di essere proprietario del bene immobile ove è installato l’impianto o, diversamente, avere l’autorizzazione sottoscritta dal proprietario per installare l’impianto fotovoltaico; b) di aver conseguito tutte le autorizzazioni necessarie alla costruzione e all’esercizio dell’impianto, nel rispetto dei vincoli architettonici e paesaggistici, della normativa esistente in materia di sicurezza durante le attività di costruzione ed esercizio dell’impianto e dei relativi allacciamenti.

Riguardo, poi, alla gestione dell’impianto fotovoltaico, il soggetto responsabile deve attenersi ai seguenti punti: a) non deve alterare le caratteristiche di targa delle apparecchiature di misura, né modificare i dati di misura registrati dalle medesime; b) deve consentire al GSE (Gestore Servizi Elettrici) o ad altri soggetti all’uopo nominati, l’accesso all’impianto e alle relative infrastrutture, comprese quelle di misura dell’energia elettrica prodotta; c) deve comunicare al GSE in caso di sostituzione di pannelli o di inverter i nuovi numeri di matricola.

Per quanto invece riguarda il GSE, questi aggiornerà le modalità di calcolo del premio per impianti fotovoltaici abbinati a un uso efficiente dell’energia, di cui all’art. 7 del D.M. 19/02/07.
Infine,- dal 15 novembre 2010, i Soggetti responsabili degli impianti dovranno utilizzare il portale informativo predisposto dal GSE , al fine di registrarsi, inserire i dati del proprio impianto e trasmettere per via informatica i documenti necessari.

Articolo pubblicato il 26 novembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Conto Energia 2011: l’Autorità ha pubblicato le prime modalità attuative -
    La delibera era attesa da molti investitori siciliani, soprattutto coloro che operano nel settore fotovoltaico. Per l’invio dei dati i soggetti responsabili degli impianti devono utilizzate il portale informatico del Gse
    (26 novembre 2010)
  • Stenta a partire la rivoluzione verde. 131 anni per soppiantare il petrolio -
    Ancora a rilento la produzione di energia da rinnovabili e il Piano energetico della Regione siciliana vacilla. Intanto il governo Lombardo dà un freno alle pale eoliche che avevano attirato le attenzioni della mafia
    (26 novembre 2010)


comments powered by Disqus