Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Amministrazioni impreparate seppur con qualche eccezione
di Alessandro Petralia

Città come Noto e Caltagirone si sono già attivate. A Partinico solo buoni propositi. A Vittoria, il maggior numero di edifici irregolari, ma si brancola nel buio

Tags: Enti Locali, Agenzia Del Territorio, Abusivismo, Carmelo Di Quattro



CATANIA – Milioni e milioni di euro da riscuotere: almeno 100 in tutta l’Isola, secondo una stima già fatta da questo giornale. Non proprio bruscolini in un momento di “vacche magre” per tutti gli enti locali, in primis i Comuni, cioè le cellule di autogoverno più vicine ai cittadini. I sindaci tuttavia, o per indifferenza o per complicità, temporeggiano o ignorano il problema e alle nostra domande rispondono in maniera quantomeno elusiva rinviando la questione sine die.

“La scadenza del termine per l’accatastamento al 31 dicembre – ci ha risposto Carmelo Diquattro, assessore ai Tributi del Comune di Vittoria, che 6.234 unità è quello con più immobili non dichiarati in tutta l’Isola - porrà il Comune nelle condizioni di accertare quanto può essere recuperato dal settore tributi. Per andare incontro ai contribuenti proporremo al Consiglio comunale di prolungare la scadenza del condono che abbiamo già attuato, in modo da dare a tutti coloro che stanno provvedendo all’accatastamento la possibilità di fruire di questo beneficio”.

Oltre al fatto che al fatto che l’eventuale prolungamento del condono non è certo competenza del Consiglio comunale, ma solo ed esclusivamente del Parlamento nazionale, i Comuni, compreso quello di Vittoria, se vogliono non devono attendere nulla per cominciare a riscuotere le tasse, quanto meno l’Ici che è immediatamente riscuotibile, ed alcuni come quello di Noto e di Caltagirone lo stanno già facendo; il presupposto dell’Ici infatti, ai sensi dell’art. 1 del D.Lgs.504/1992, è “il possesso di fabbricati… a qualsiasi uso destinati”. Il successivo art. 2 definisce fabbricato “l’unità immobiliare iscritta o che deve essere iscritta nel catasto edilizio urbano”. In oltre l’antica normativa catastale di cui al Regio decreto del 13 aprile 1939, n. 652 prevede l’obbligo di iscrizione per “ogni parte di immobile che, nello stato in cui si trova, è di per se stessa utile ed atta a produrre un reddito proprio”.  Anche il Tuir 917/1986, all’art. 36 comma 2, dispone che “per unità  immobiliari  urbane  si  intendono  i  fabbricati  e  le altre costruzioni stabili o le loro porzioni suscettibili di reddito autonomo”.

Salvatore Lo Biundo, sindaco di Partinico (Comune con 3.411 fabbricati non dichiarati), ci ha risposto in maniera non molto diversa: “Abbiamo dato indicazione all’Ufficio tributi e urbanistica di svolgere le indagini e di spedire le lettere ai proprietari degli immobili non dichiarati. Contiamo di immettere le prime somme dal recupero di tali crediti nel bilancio di previsione 2011, ma non sappiamo la cifra”.

Il bilancio di previsione 2011 è già alle porte e non si sa quale cifra potrà essere recuperata? Dice un detto popolare: “La strada del poi, poi porta alla strada del mai, mai”.

Articolo pubblicato il 26 novembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Case abusive, sindaci indifferenti -
    Enti locali. Edificazioni irregolari scempio e omissioni.
    Il rilevamento. I fabbricati non dichiarati al Catasto non sono più un segreto: ormai si conoscono cifre, luoghi e proprietari, con i dettagli comune per comune.
    Gli amministratori. Non hanno fatto controlli per evitare l’abusivismo edilizio e ora non si stanno organizzando per riscuotere, per esempio, l’Ici, dovuta già senza accatastamento.
    (26 novembre 2010)
  • Amministrazioni impreparate seppur con qualche eccezione -
    Città come Noto e Caltagirone si sono già attivate. A Partinico solo buoni propositi. A Vittoria, il maggior numero di edifici irregolari, ma si brancola nel buio
    (26 novembre 2010)


comments powered by Disqus

´╗┐