Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La maggior parte dei fondi va alle Regioni del Nord
di Lucia Russo

Non solo l’alta velocità, ma anche gallerie, valichi e il Mose di Venezia. Anche la viabilità secondaria del I lotto dell’autostrada tirrenica

Tags: Cipe, Infrastrutture, Fondi Fas, Gianfranco Miccichè, Raffaele Lombardo, Giuseppe Reina



Titola orgoglioso il quotidiano “la Padania” di venerdi 19 novembre: “Il Cipe apre i cordoni della borsa, ok a opere per 21 miliardi di euro”. E ancora: “La maggior parte dei fondi va al Nord”. Ne sono coscienti gli stessi destinatari. Sono gli abitanti del Nord che beccano i benefici immediati,  visto che si tratta di interventi subito cantierabili cui lo Stato garantisce la copertura finanziaria globale.
Il quotidiano della Lega pubblica l’elenco delle opere che potranno essere immediatamente avviate, mentre in Sicilia gli edili annunciano sciopero visto che è tutto bloccato e i promessi fondi Fas non si vedono nemmeno per iscritto. 6,2 miliardi al Terzo valico dei Giovi sull’asse Alta velocità Milano-Genova; 3,8 miliardi all’Alta velocità Milano-Verona sul tratto Brescia-Treviglio; 4,6 miliardi al Valico del Brennero; 1,6 miliardi per l’accesso alla galleria di base del Brennero nel tratto Fortezza-Verona; 143 milioni alla Torino-Lione con il cunicolo esplorativo della Maddalena; 230 milioni per la settima tranche del Mose di Venezia.
Anche al centro vanno 5 miliardi dei 21 complessivi, precisamente 2,7 miliardi per l’autostrada Pontina Roma-Latina e 1,8 miliardi per la viabilità secondaria del primo lotto dell’autostrada tirrenica da Rosignano a San pietro in Palazzi.
Progetti cantierabili dalla Sicilia, eppure, non ne mancavano, è da oltre un anno, ad esempio che viene rinviata l’erogazione di risorse già promesse per opere già approvate e cantierabili per la Ferrovia circumetnea di Catania e non solo.

Articolo pubblicato il 03 dicembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Dal Cipe nemmeno 1 euro alla Sicilia -
    Cipe. “Comitato interministeriale per la perdita economica”.
    Seduta del 18 novembre. Le opere sbloccate del Programma infrastrutture strategiche (Legge 433/2001) soddisfano soprattutto le regioni che si estendono al nord dello stivale.
    Fas. Dal Fondo per le aree sottoutilizzate sono stati sottratti dal Cipe, nella stessa seduta del 18 novembre, 400 mila € per destinarli alla Scuola europea di Varese.
    (03 dicembre 2010)
  • La maggior parte dei fondi va alle Regioni del Nord -
    Non solo l’alta velocità, ma anche gallerie, valichi e il Mose di Venezia. Anche la viabilità secondaria del I lotto dell’autostrada tirrenica
    (03 dicembre 2010)


comments powered by Disqus