Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Da lunedì Palermo “senza cartoni”
di Rosario Battiato

Iniziativa sperimentale di Comune e Amia durante le festività di dicembre e gennaio, prima di un’organizzazione permanente. Via alla raccolta differenziata specifica. Intanto la notte scorsa sono tornati i piromani dei cassonetti

Tags: Palermo, Rifiuti, Marianna Caronia, Amia



PALERMO - Dopo due settimane di tregua sono tornati a Palermo in attività i piromani dei cassonetti. Risolta due settimane fa l’emergenza legata alla raccolta si erano fermati i roghi dei cassonetti, ma la notte tra giovedì e venerdì i piromani sono tornati in attività, soprattutto nelle vie del centro.

Tutto questo mentre sta per partire un’iniziativa del vicesindaco e assessore all’Ambiente, Marianna Caronia, su proposta dei commissari straordinari di Amia, Sebastiano Sorbello e Paolo Lupi, per valorizzare le attività già portate avanti dal Comune e da Amia e per organizzarne di nuove, in sinergia fra tutte le istituzioni competenti, al fine di elevare il livello di igiene ambientale in città.

Il primo progetto, “Natale senza cartone”, partirà in via sperimentale lunedì prossimo e sarà garantito fino al 7 gennaio, per poi essere riorganizzato in via permanente all’interno del servizio di raccolta differenziata.
Sei equipaggi di Amia effettueranno la raccolta “porta a porta” degli imballaggi in cartone presso le attività commerciali ubicate nelle zone centrali di Palermo, durante la fascia oraria compresa fra le 13,30 e le 19,30, eccetto in via Lincoln, dove il ritiro avverrà nelle prime ore del mattino. Fra le 13 e le 14 gli esercenti dovranno posizionare il cartone, già piegato, o in prossimità dei propri negozi o accanto ai cassonetti, oppure, per evitare disagi ai passanti, potranno consegnarli direttamente al personale Amia al momento del passaggio dei mezzi.

Tre gli itinerari: quadrilatero a monte di via Libertà, compreso tra le vie La Farina e Dante; quadrilatero a valle di via Libertà, compreso tra via delle Croci, via Calvi e via Emerico Amari; quadrilatero compreso fra via Ruggero Settimo, piazza San Francesco di Paola, la Stazione centrale e via Roma. Gli esercenti che operano in prossimità degli itinerari possono riporre gli imballaggi in uno dei punti delle strade servite. Gli itinerari completi sono disponibili su www.amianet.it.

Sarà anche potenziata, rende noto l’Amia, la raccolta differenziata a Palermo, “dove in atto la percentuale è del 66% nelle zone del “porta a porta” (100 mila abitanti) e del 5% nel resto della città (500 mila abitanti). A breve sarà attivato l’impianto di selezione rifiuti installato nell’autoparco di Partanna Mondello. E si sta per indire una gara per l’acquisto di speciali contenitori per un progetto di ‘raccolta di prossimità’ in un’area sperimentale di 50 mila abitanti. L’obiettivo è di ottenere in questa zona una percentuale del 60%. A risultato raggiunto, la ‘raccolta di prossimità’ sarà ulteriormente estesa, mentre il ministero dell’Ambiente e la Regione siciliana stanno mettendo a punto un nuovo progetto di raccolta “porta a porta” che nel 2011 coinvolgerà altri 130 mila abitanti.

L’obiettivo della gestione commissariale è di toccare quota 35% in due anni in tutto il territorio di Palermo”.
“In arrivo a scaglioni - prosegue l’Amia in una nota - anche 1.000 nuovi cassonetti: 80 entro Natale, 160 a gennaio, 260 a febbraio e il resto nei mesi successivi. È stata inoltre indetta una gara per l’acquisto di ulteriori 3.000 cassonetti”.

Il vicesindaco Marianna Caronia ha annunciato che “con un primo stanziamento di 150 mila euro, sarà bandita a breve una gara per installare impianti di videosorveglianza in alcuni dei siti oggetto di continua formazione di discariche abusive. Altri 2 milioni di euro saranno inseriti nel bilancio 2011 del Comune per dotare di telecamere tutti i 90 siti finora censiti da Amia”.

La “cabina di regia unica”, su iniziativa della stessa Caronia, si occuperà poi di mettere a punto una campagna di comunicazione per abituare i cittadini alla raccolta differenziata. E “istruttori” dell’assessorato all’Ambiente e di Amia condurranno insieme la nuova edizione 2011 del progetto di educazione ambientale nelle scuole.

Articolo pubblicato il 11 dicembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Marianna Caronia, vicesindaco e assessore allAmbiente
Marianna Caronia, vicesindaco e assessore allAmbiente