Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

L’economia è in crescita malgrado la crisi mondiale
di Nicole Demoustier

Tags: Youssef Balla, Marocco



Crisi economica: come si riflette sul mercato marocchino?
“Il Marocco rimane protetto dalle turbolenze finanziarie internazionali, grazie al suo debito estero poco elevato e a lungo termine, e grazie al potenziamento delle sue politiche macroeconomiche e strutturali realizzate negli ultimi anni, che hanno contribuito a diversificare sempre di più l'economia del paese e a renderla globalmente redditizia. In Marocco, il tasso medio di crescita annua del Pil reale è stato, nel periodo 2002-2007, del 4,5% sostenuto da una domanda interna dinamica e da un aumento significativo del tasso di investimento. Il tasso di disoccupazione è passato dal 13,5 al 9,5% tra il 1998 e il 2008 e il 9% ottenuto nel 2009 viene a rafforzare questo trend. Nel 2009, la crescita dell'economia ha raggiunto il 5,8% nonostante un certo rallentamento dovuto ad una riduzione della domanda esterna, causata dalla crisi economica e finanziaria internazionale e ad un aumento dei prezzi, specie quelli petroliferi. Gli investimenti nelle infrastrutture, l’immobiliare e il turismo hanno rafforzato la diversificazione dell’economia del Marocco, e la politica di controllo dei prezzi ha permesso di contenere l’inflazione, contribuendo ad un aumento degli investimenti stranieri diretti; il Marocco è terzo nelle destinazioni degli investimenti esteri diretti in Africa nel 2009-2010”.

Quali sono le azioni del Governo marocchino per favorire lo sviluppo economico e tecnologico del Paese?
“Proseguendo lo sviluppo dei settori tradizionali come l’agro-industria, il Marocco orienta la sua politica economica verso altre opportunità di crescita nei settori a forte intensità tecnologica. I risultati dell’economia sono dovuti, oltre alla politica di formazione, di sostegno tecnologico e di ricerca, anche ad una strategia a medio e lungo termine, così come ad una politica mirata su determinati settori e basata sulla promozione dell’investimento attraverso gli incentivi fiscali”.

Articolo pubblicato il 18 dicembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus