Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Marino: “Sarà valorizzabile solo la parte residuale”
di Francesco Sanfilippo



PALERMO - L’assessore regionale all’Energia, Giosuè Marino, ha chiarito, nel corso della tavola rotonda sui rifiuti organizzata da Legambiente, quale sarà il destino del Piano, dichiarando: “Il Piano dei rifiuti non è stato affatto bocciato dalla Protezione civile, anzi abbiamo presentato a Roma il metodo con cui stiamo lavorando ed è stato ampiamente condiviso. Bisogna rispettare l’ordine prioritario previsto dalle normative, raccolta differenziata, compostaggio, trattamenti a bocca di discarica, insomma tecnologie complesse per valorizzare i rifiuti. Solo la parte assolutamente residuale potrà essere valorizzata energeticamente in impianti particolarmente evoluti”.
Anche il presidente della commissione Ambiente dell’Ars, Fabio Mancuso, ha confermato che la strada è quella della raccolta differenziata, sottolineando “Sono stato sempre contrario agli inceneritori, perché ritengo che rappresentino un passo indietro rispetto all’evoluzione tecnologica di questi anni e che sino ad ora per la gestione dei rifiuti siciliani si sono spesi troppi soldi con pessimi risultati. Bisognerebbe ripartire dalla legge di riforma approvato all’Ars nell’aprile del 2010”.

Articolo pubblicato il 21 dicembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus