Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Legge sugli appalti, i ribassi sono l’unico risultato
di Francesco Sanfilippo

Tags: Giuseppe Margiotta



Tuttavia, esiste un protocollo d’intesa tra Regione e Ordine dei Geologi. Non potreste fare lo stesso?
“Gli ingegneri hanno proposto un accordo simile, ma senza avere risultato. Un protocollo sancirebbe in modo ufficiale l’apporto che gli ingegneri hanno offerto in questi anni alla Regione. Nel frattempo si è inserito un altro problema che è quello dell’edilizia scolastica, per cui sono previsti dei nuovi fondi. La presenza degli ingegneri nel territorio può offrire un aiuto gratuito nel definire le mappe di rischio degli edifici scolastici. Si è pensato di proporre alla prefettura un protocollo unico, valido per tutte le province, però non è facile”.

Nel 2010, l’Ars ha accolto la normativa europea sugli appalti. Voi avete lavorato molto su questo tema, siete soddisfatti da questa legge nazionale?
“Si sta lavorando ancora su questa legge, perché l’unico risultato conseguito finora è stato un aumento cospicuo dei ribassi, creando il problema delle anomalie.  Le offerte troppo basse o troppo alte determinano la nascita di sub commissioni e la procedura diviene farraginosa. Esiste una commissione che si sta occupando di rendere applicabile questa norma sul nostro territorio”.

Questa norma avrebbe dovuto impedire le infiltrazioni mafiose, eppure non le scoraggia per nulla. Come mai?
“Per impedire le infiltrazioni mafiose, non si può intervenire sui meccanismi delle gare, ma su quelli di controllo delle aziende. Se si estendono i controlli alle forniture dei materiali, si possono controllare con più efficacia le infiltrazioni”.

Articolo pubblicato il 31 dicembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus