Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Obiettivi: migliorare la ricerca e creare professionalità che assumano ruoli di spicco all’interno del mercato
di Grazia Ippolito



Qual è il principale obbiettivo per il prossimo futuro?
“Il consolidamento qualitativo. Puntiamo a migliorare tutto ciò che riguarda l’attività di ricerca svolta dall’università. Intendiamo dunque aumentare il numero dei corsi di dottorato, creare nuove riviste scientifiche (già ne abbiamo due), allargare la nostra collana editoriale (che già prevede l’uscita di 10 numeri ogni anno) e creare, al nostro interno, professionalità che assumano un ruolo di spicco all’interno del mercato. Un filone che intendo valorizzare è quello della ricerca per conto terzi: mettere la ricerca scientifica al servizio delle imprese operanti sul mercato in modo da renderla produttiva, in termini di prestigio e in termini finanziari. La Kore offre già la propria consulenza a enti e imprese del territorio (per fare giusto un esempio, è stata affidata a noi l’attività di collaudo dei materiali da utilizzare per il ponte sullo Stretto) e da tale consulenza riesce a trarre buona parte del proprio sostentamento”.

Riuscite a mantenere l’equilibrio di bilancio?
“Sì, sia attraverso l’apertura delle professionalità interne nei confronti del mercato, che attraverso la razionalizzazione delle risorse umane. Abbiamo infatti limitato l’assunzione di personale amministrativo: abbiamo circa 70 dipendenti, invece dei 180 previsti secondo la media siciliana”.

Quanti sono i professori?
“Circa 200 e tutti provenienti da scuole, città ed esperienze diverse. Questo contribuisce a tener viva quella vivacità intellettuale che spesso, nelle università mature, è attenuata da un accentuato localismo”.

Articolo pubblicato il 04 gennaio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus