Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

1 milione di euro per tutelare gli utenti della Pa
di Pierangelo Bonanno

Approvato il programma generale di intervento della Regione siciliana 2010/2011 “La Sicilia insieme ai consumatori”. Somme alla Sicilia dal ministero Sviluppo economico di cui già disponibili e impegnate 484 mila €

Tags: Consumatori, Pubblica Amministrazione



PALERMO - Nella Gazzetta ufficiale della Regione siciliana dello scorso 24 dicembre è stato pubblicato il decreto del presidente della Regione con oggetto “Approvazione del programma generale di intervento della Regione siciliana 2010/2011 denominato “La Sicilia insieme ai consumatori” per la realizzazione di interventi mirati all’informazione ed all’assistenza dei consumatori e degli utenti”.

 In particolare, la legge n. 388 del 2000 statuisce che le entrate derivanti da sanzioni amministrative irrogate dall’autorità garante della concorrenza e del mercato siano destinate ad iniziative a vantaggio dei consumatori. Pertanto, il programma generale sarà realizzato con tali risorse finanziarie per un importo pari complessivamente ad  € 1.079.159,07, di cui attualmente disponibili ed impegnati € 483.984,49, assegnate alla Regione siciliana dal ministero dello Sviluppo economico. I progetti approvati hanno caratteristiche differenti, ma sono accumunati da un unico obiettivo: la sensibilizzazione e l’informazione a favore del cittadino, tra questi troviamo: la “La cessione del quinto” ideato da Adiconsum, UNC, ACU Federconsumatori, Adoc, Movimento consumatori Palermo, Lega consumatori(85.000 euro); “Ridurre, riutilizzare, riciclare, recuperare” progettato da Adoc Sicilia, MDC, UNC, Legambiente, Adiconsum, Federconsumatori e Sicilia consumatori (85.000 euro); “Brindi... amo: la vita, la sostenibilità, la crescita sociale, il rispetto dell’individuo” a cura del Movimento difesa del cittadino, Assoutenti, UNC, Legambiente, Confconsumatori e Cittadinanzattiva (80.000 euro); Consulenza on line dell’Adiconsum (50.000 euro); “Famiglie, consumatori e società - Istruzioni per l’uso” dell’Unione nazionale consumatori(40.000 euro); “Liberi di volare - I diritti dei passeggeri nel trasporto aereo” della Confconsumatori Sicilia (30.000 euro);  “La bussola del consumatore - Piccolla guida per orientarsi nella giungla dei consumi” dell’Associazione consumatori siciliani (20.000 euro).

In caso di mancata realizzazione, per qualsiasi motivo, dei rispettivi interventi inseriti nel programma generale di intervento della Regione siciliana le somme destinate all’intervento non realizzato confluiranno nell’intervento “Sicilia informa”, che sarà realizzato direttamente dalla Regione siciliana, alla cui concretizzazione il decreto ha già destinato oltre 215.000 euro.
Il soggetto istituzionale artefice del progetto della Regione sarà il settore “Tutela dei consumatori e degli utenti”, che è presente presso la Presidenza della Regione, specificatamente il Servizio 6° “Coordinamento Attività Economiche e Produttive – Tutela dei Consumatori”.

Il programma è stato oggetto della valutazione da parte del Consiglio regionale consumatori ed utenti, il quale ha espresso parere favorevole alla realizzazione. È opportuno ricordare che il Crcu ha tra i suoi compiti istituzionali sia quello di ricevere segnalazioni e relazioni scritte, che formulare proposte circa la migliore erogazione dei servizi, di qualsiasi natura, da parte di enti, organismi o uffici pubblici regionali ed è nominato dal presidente della Regione. Nel consiglio siedono i rappresentanti delle associazioni dei consumatori.

Tutte le informazioni sulle attività regionali a favore dei consumatori sono consultabili all’indirizzo web: http://www.regione.sicilia.it/ioconsumatore. Per salvaguardare i fini dell’iniziativa, il decreto prevede che, al fine di verificare lo stato di avanzamento e la completa realizzazione del programma generale, in relazione anche ai costi dello stesso programma, sarà nominata una commissione di verifica incaricata di effettuare i predetti accertamenti.

Articolo pubblicato il 05 gennaio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
I dati parlano
I dati parlano