Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Ferrovia, Regione fantasma. Zero in investimenti
di Rosario Battiato

Il trasporto sui binari (elettrici) risparmia grandi quantità di emissioni. Manca il contratto di servizio, invocato da più parti

Tags: Traffico, Ferrovie



PALERMO – Realizzare un focus sul trasporto pubblico in Sicilia è una modalità per affondare il coltello nella piaga delle disfunzioni collegate alla mobilità urbana. Secondo l’ultimo rapporto Pendolaria 2010 la Sicilia, assieme all’Umbria, è stata l’unica ad aver assegnato zero euro al sistema ferroviario nello scorso anno. Anche sul fronte del trasporto su strada la Regione non fa nulla per rendere più gradevole il servizio.

Il 30 giugno scorso è stata presentata la relazione sul federalismo calcolando quanto le Regioni sborsano per coprire gli ammanchi delle aziende che gestiscono la copertura degli spostamenti dei pendolari sul territorio. La Regione Sicilia ha speso nel 2008 per i trasporti su strada, marittimo e navigazione intera, 296.872.359 euro, escludendo le ferrovie per cui ha pagato 43.270.825 euro. Andando al dettaglio la Regione sborsa circa 59 euro per ogni siciliano, una delle cifre più basse della penisola, ma fornendo un servizio di bassa qualità e con bassissima utenza. Del resto meno passeggeri significa meno copertura economica dei biglietti ed infatti i bilanci delle nostre aziende di trasporto sono sull’orlo del collasso.

Non avendo ancora disponibili dati del 2010, la serie storica, fornita dall’Ast (Azienda siciliana trasporti), testimonia come il risultato d’esercizio sia passato da un -3.651.732 del 2008 ad un incoraggiante +1.550.577 euro del 2009. Però attenzione ai dati in dettaglio: i ricavi determinati dalle prestazioni sono stati 55.906.620 euro (56.716.181 nel 2008) mentre i costi della produzione sono arrivati a 86.378.270 euro (89.065.715 nel 2008). Per l’anno 2008 la Regione Siciliana ha sborsato per l’Ast qualcosa come 29.945.000 euro, secondo il rendiconto generale.

Articolo pubblicato il 11 gennaio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Il traffico uccide più della mafia -
    Ambiente. La mancata politica nella mobilità in Sicilia.
    Perenni ritardi. Non si registrano migliorie nel sistema di mobilità delle grandi città siciliane. Anzi, i ritardi nella redazione ed applicazione peggiorano la qualità della vita dei cittadini.
    Inquinamento. Anche nel 2010 i giorni di sforamento per i valori di PM10 sono stati spesso superiori al massimo di 35 consentito dalla legge. La Regione siciliana non è ancora riuscita a redigere il Piano dell’aria.
    (11 gennaio 2011)
  • Nomisma: i gas di scarico causano centinaia di morti -
    Mancano i sistemi di difesa, i dati sull’inquinamento nascosti ai cittadini. “Ogni anno 124 decessi a Messina e 110 a Catania”
    (11 gennaio 2011)
  • Ferrovia, Regione fantasma. Zero in investimenti -
    Il trasporto sui binari (elettrici) risparmia grandi quantità di emissioni. Manca il contratto di servizio, invocato da più parti
    (11 gennaio 2011)


comments powered by Disqus