Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La Sicilia in mostra a Londra con i marmi dell’antica Roma
Con l’interesse della Regione, il British Museum ha ospitato le Augustea capita di Pantelleria. Armao: “Portare la nostra cultura nelle capitali europee è un proficuo investimento”

Tags: Beni Culturali, Gaetano Armao, British Museum



PALERMO - I capolavori artistici della Sicilia si confermano biglietto da visita dell’Isola, a livello internazionale, ne è prova la recente mostra che ha visto le “Augustea capita” di Pantelleria esposte, fino allo scorso 5 settembre, al British Museum di Londra.

L’iniziativa è stata promossa dall’assessorato ai Beni Culturali della Regione siciliana, grazie ad un programma di accordo con la direzione del museo.
I busti marmorei, una delle scoperte archeologiche più interessanti degli ultimi anni nella regione, sono stati rinvenuti dagli studiosi nell’agosto del 2003, presso l’acropoli dell’antico stanziamento di Cossyra, nel corso di una campagna di scavi condotta dalla Soprintendenza di Trapani diretta da Sebastiano Tusa.

Le “teste” risalenti al I secolo d.C, raffigurano il dittatore Gaio Giulio Cesare, una nobildonna della dinastia Giulio Claudia, probabilmente Agrippina maggiore, madre di Caligola e l’imperatore Tito Flavio Vespasiano.
I reperti siciliani hanno trovato posto nella Roman Empire Gallery del museo londinese dopo essere stati in mostra, sempre nella capitale del Regno Unito, nella sede dell'Istituto di Cultura Italiana.

Qui, le preziose teste sono state esposte insieme ad undici fotografie realizzate da Fabrizio Ferri. Cinque di queste immagini sono dedicate ai manufatti marmorei, sei invece sono paesaggi e scorci di mare dell'isola di Pantelleria.
“Il successo della mostra Augustea Capita - dice l’ex assessore per i Beni Culturali e per l’Identità siciliana, Gaetano Armao, oggi assessore all'Economia - è la prova che la presenza della cultura siciliana nelle più importanti capitali europee è un grande proficuo investimento per la nostra regione”.

“Una grande opportunità - conclude Armao - grazie alla quale alcune nostre opere sono state ospitate in questa prestigiosa sede espositiva sono state ammirate da milioni di visitatori”.
Le teste di Pantelleria dopo il soggiorno londinese sono state esposte all’Istituto di Cultura Italiana di Berlino.

Articolo pubblicato il 13 gennaio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus