Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Modigliani: record di visitatori per conoscere i "ritratti dellÂ’anima"
A un mese dall’apertura al pubblico, la mostra catanese ha accolto 13.500 persone. Le tante presenze nei weekend riempiono soprattutto bar e ristoranti

Tags: Castello Ursino, Modigliani, Marella Ferrera



CATANIA – A un mese esatto dall’apertura al pubblico, avvenuta l’11 dicembre scorso, sono già stati 13.500 i visitatori di “Modigliani, ritratti dell’anima”, la mostra voluta dall’assessore alla Cultura e ai grandi eventi del Comune di Catania, Marella Ferrera, che ha portato in Sicilia, per la prima volta, un progetto espositivo dedicato al percorso artistico e umano del grande genio toscano: un itinerario mai indagato sinora.

“Raccogliere insieme – commenta Marella Ferrera – le forze migliori del territorio, pubbliche e private, per questo progetto di impresa culturale era una sfida che, i numeri lo confermano, possiamo dire di aver vinto. Alla luce delle decine di prenotazioni da parte delle scuole siciliane, stiamo valutando la possibilità di chiedere una proroga. Anche perché nei weekend abbiamo impennate di presenze che riempiono anche alberghi, B&B, caffè e ristoranti”.

Organizzata dagli Archivi Modigliani di Roma e Parigi, dal Comune di Catania e dalla Galleria Side A di Giovanni Gibiino, coordinatore delle collezioni siciliane dell’artista toscano, la mostra ha avuto nelle ultime settimane dei visitatori eccellenti, tra cui lo storico e critico d’arte, Enrico Crispolti. “Per la prima volta – ha detto Crispolti – una mostra che finalmente parla e documenta la vera storia di Modigliani. Ha fatto bene Catania ad ospitare questo evento”.

A testimoniare la grande sete di conoscenza delle migliaia di visitatori della mostra è l’incredibile richiesta di visite guidate: gente comune ma anche professionisti, insegnanti e docenti universitari che chiedono ogni giorno il supporto delle guide professioniste. Visite guidate triplicate durante le vacanze di Natale e che sono state nuovamente calendarizzate per il mese di gennaio: alle 17 di sabato 15, 22 e 29. Alle ore 12, 17 e 18 delle domeniche 16, 23 e 30 gennaio. Possono includere un massimo di quaranta persone e non occorre prenotarsi. Mentre alle 15 di lunedì 17 e 24 gennaio, sarà la volta “Al Castello con Modì”, un progetto ludico-didattico dell’assessorato alla Cultura e ai grandi eventi, organizzato da Elena Granata e rivolto ai ragazzi del centro di aggregazione “Il Veliero” che opera nei quartieri popolari Civita e Angeli Custodi.

Nelle prossime settimane previsti anche laboratori creativi per i bambini (sabato e domenica) e una straordinaria estemporanea di pittura en plein air in Piazza Federico di Svevia dedicata a dilettanti, professionisti e studenti che avrà per tema proprio il tratto sensuale e malinconico di Modì. Grande curiosità, infine, intorno al “Ritratto di Agatae”, l’inedito di Modigliani schizzato sul retro di un documento antico e mai esposto sinora.

Articolo pubblicato il 13 gennaio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus