Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Smarrimento e danneggiamento del bagaglio: c’è “Sos viaggi”
di Iole Gagliano

Veroconsumo fornisce assistenza legale per chi è incorso nella sventura

Tags: Aereo, Bagagli, Veroconsumo



CATANIA - Imbarcare la valigia nella stiva dell’aereo è un rischio che sempre più viaggiatori cercano di non correre, preferendo piuttosto il bagaglio a mano. Lo scopo è cercare di evitare l’attesa interminabile del ritiro del bagaglio e ancor peggio lo smarrimento!

Accade sovente che il passeggero, giunto a destinazione, si trovi di fronte alla sgradevole sorpresa del mancato arrivo del proprio bagaglio o che lo stesso risulti danneggiato. In questi casi, la prima cosa da fare è quella di recarsi nei locali dello stesso aeroporto presso l’ufficio degli “oggetti smarriti” (Lost and Found) e compilare un modulo, che si chiama “PIR” (property irregularity report). Se, entro 21 giorni dall’apertura della pratica, presso il predetto ufficio, non giungeranno notizie positive sul bagaglio smarrito, occorre inviare – con raccomandata a/r - la relativa documentazione presso l’ufficio “relazioni con la clientela” della medesima compagnia aerea con la quale è stato effettuato il volo, per chiedere il risarcimento dei danni.

Nel caso in cui il bagaglio venga ritrovato entro il predetto termine (gg.21), per chiedere il risarcimento occorrerà sempre inviare tutta la documentazione al medesimo ufficio. Se il bagaglio, invece, è stato danneggiato, entro 7 gg. dalla compilazione e presentazione della denunzia è necessario iniziare la pratica per il risarcimento del danno. Quale che sia il motivo per il quale si richiede il risarcimento, occorre esibire il biglietto aereo ed anche il talloncino d’identificazione del bagaglio. Il risarcimento – in caso di smarrimento – è fissato in € 1100,00 circa nel caso in cui il viaggio sia stato effettuato con una compagnia aerea che faccia parte dell’UE o dei paesi aderenti alla convenzione di Montreal, mentre è corrisposta la somma di € 19,00, per ogni chilogrammo (del peso del bagaglio), se la compagnia aerea aderisce alla convenzione di Varsavia.

Veroconsumo si avvale della consulenza di professionisti specializzati nel settore turistico in grado di fornire assistenza legale ai propri soci in caso di ritardi di voli, smarrimento bagagli oppure altri problemi in cui il passeggero/turista può incorrere. E’ sufficiente visitare il sito veroconsumo.it e compilare il form di richiesta d’intervento inserito nella pagina, SOS VIAGGI, dedicata al servizio.
Buon viaggio, quindi, e un consiglio: portate nel bagaglio le cose strettamente indispensabili e lasciate a casa oggetti di valore!

Avv. Iole Gagliano
collegio dei professionisti di Veroconsumo

Articolo pubblicato il 25 gennaio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus