Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Inquinamento, Sicilia avvelenata
di Rosario Battiato

Ambiente. La mancata pulizia dei siti inquinati.
L’attesa. In Sicilia aree industriali e siti inquinati aspettano da anni la bonifica. Come Gela, Priolo-Augusta, Milazzo. Uno dei risarcimenti dovuti a territori e cittadinanze martoriati.
Le responsabilità. Le imprese coinvolte antepongono mille cavilli e ritardano l’iter, la politica a vari livelli lascia fare. Risultato: spesso vengono fatti accordi che non vengono rispettati.

Tags: Legambiente, Enzo Parisi, Eni, Paolo Scaroni, Ambiente, Inquinamento, Gian Maria Sparma



PALERMO – La situazione regionale dei siti contaminati lascia poco spazio alla speranza. Nel corso degli ultimi anni una pericolosa miscela di mancanze politiche, disinteresse delle imprese, e latitanza delle amministrazioni locali ha praticamente annegato qualsiasi speranza di ripristino dei luoghi contaminati. Eppure non si tratterebbe soltanto di ridare al territorio quello che è stato tolto in decenni di sfruttamento, ma anche di produrre occupazione “pulita” tramite le bonifiche. A fronte del silenzio delle Istituzioni nei luoghi più pericolosamente danneggiati, si pensi ai quattro siti di importanza nazionale, la situazione sanitaria, visti i numerosi rapporti sull’argomento, è sempre più preoccupante per lo sviluppo di patologie legate all’inquinamento. (continua)

Articolo pubblicato il 02 febbraio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus


´╗┐