Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Inserire figure professionali in funzione dei bisogni
di Lucia Russo

Ciò che ci vuole per snellire e innovare la pubblica amministrazione. Inviare i dati alla Ragioneria dello Stato come le altre Regioni



PALERMO - Il direttore del Personale della Regione, nella nostra intervista, ha sottolineato l’esigenza di nuove figure professionali.
Tozzo: “Occorre verificare il fabbisogno dell’amministrazione rispetto a figure che non esistevano quando la struttura regionale è stata pensata, figure delle quali oggi un’amministrazione efficiente non può fare a meno.
“Solo per fare qualche esempio basti pensare che la Regione è carente di personale informatico o di esperti in impiego dei fondi comunitari. Ma la ricognizione servirà anche a individuare questi profili necessari e stabilire come reperire questo personale. è possibile che in parte si riqualifichi personale già in carico all’amministrazione e che risponde ai requisiti necessari. Ma sarà la pianta organica finale a stabilire queste cose, secondo le indicazioni che verranno dal vertice politico quando il lavoro “tecnico” sarà ultimato”.

A che punto è la redazione della Pianta organica? Come si è proceduto per la realizzazione?
“Stiamo lavorando alacremente. Si è proceduto con l’avvio e con la rilevazione della dotazione organica. Appena lunedì scorso ho firmato le prime 13 schede relative ad altrettanti dipartimenti regionali. Si tratta in pratica di più di un terzo dell’intera amministrazione. Le schede sono, ora, state inviate a rispettivi dirigenti generali per una verifica della situazione. Parallelamente si sta lavorando alla ricognizione del fabbisogno”.

Quali tempi prevede per il completamento?
“Difficile dare date certe e definitive, ma sono ottimista. Penso che entro la fine dell’anno in corso potremo avere concluso il lavoro che permetterà alla Regione di dotarsi di una nuova pianta organica, strumento di programmazione delle risorse e di razionalizzazione dell’impiego del personale, finalizzato ad un’amministrazione moderna, snella ed efficiente”.
Non dimentichiamoci che questo lavoro interviene quando la fase di preparazione al sistema federale è avviata. La Regione dovrà allinearsi ai costi standard, come tutte le altre regioni e dunque non potrà fare a meno di confrontarsi con il parametro corretto del rapporto numero abitanti per ogni dipendente.
Non potrà più, ad esempio, la Sicilia continuare a non trasmettere alla Ragioneria generale dello Stato i dati relativi al personale. Nella Relazione al conto annuale della Ragioneria generale dello Stato, da cui sono stati estratti i dati pubblicati in questa pagina, è scritto che la Sicilia nel corso degli anni, ha inviato i dati relativi al personale ma non quelli delle assenze e delle spese. Questo deve finire, non possiamo continuare a essere gli unici inadempienti.

Articolo pubblicato il 25 giugno 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Regione: pianta organica gigante -
    Regione. Un dipendente ogni 364 abitanti.
    Confronto. La Sicilia impiega personale per Motorizzazioni, Corpo forestale, sovrintendenze ai BB. CC., Demanio regionale, Aran, Ersu che in altre Regioni è ministeriale.
    Esubero. Sottraendo le competenze in più, rimangono comunque ben 13.818 unità per il personale della Regione siciliana. In Lombardia solo 3.251 unità.
    (25 giugno 2009)
  • Nel 1985. Ruoli di Informatico ed Esperto fondi Ue non previsti - (25 giugno 2009)
  • Inserire figure professionali in funzione dei bisogni -
    Ciò che ci vuole per snellire e innovare la pubblica amministrazione. Inviare i dati alla Ragioneria dello Stato come le altre Regioni
    (25 giugno 2009)


comments powered by Disqus