Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Siracusa - Sull’incompleta pista ciclabile dimora uno scarico sospetto
di Antonio Gallitto

Il percorso non è stato ultimato e già presenta i primi problemi riguardo lo sversamento di un liquido. L’assessore all’Ambiente: “Si tratta di un ‘Troppo pieno’ subito riparato

Tags: Siracusa, Degrado, Pista Ciclabile



SIRACUSA - Accade che a Siracusa si progetta e realizza, benché ancora non ultimata, la pista ciclabile e pedonale che circumnaviga la città, prendendo in dote l’intero percorso della vecchia ferrovia Siracusa-Catania. Accade pure che alcuni cittadini segnalino la presenza di ragazzi un po’ troppo “allegri” che vi scorazzano con i loro scooter, gli stessi ragazzi che, magari, la mattina seguente sono da esempio per come vanno a scuola o per il modo in cui svolgono altre attività. E poi accade che passeggiando per la pista ciclabile ci si accorge che esiste uno scarico di liquido proprio al margine Est, al di fuori dalla pista, ma che vi passa al di sotto per una traiettoria Ovest-Est all’interno di una condotta in cemento, come si vede benissimo dalla fotografia, per sfociare poi in un piccolo canale a pochi metri dalla succitata pista.
 
Nella foto è stato ripreso quanto visibile circa un mese fa che è stato così spiegato dall’assessore all’Ambiente ed Ecologia del Comune di Siracusa Alessandro Spadaro: “Abbiamo ricevuto tempo fa delle segnalazioni di alcuni residenti in merito ad uno sversamento liquido nel tratto al di fuori della pista ciclabile ,  ma visibile dalla stessa pista e abbiamo immediatamente allertato la polizia ambientale. Dopo il sopralluogo dell’autorità di vigilanza è stato accertato uno scarico da troppo pieno, prontamente riparato dalla Sai8. Mi preme comunque sottolineare che in merito alla tipologia di lavori da effettuare, la pertinenza è dell’Ufficio lavori pubblici”.

Da parte della Sai8 si commenta quanto segue: “Ci è giunta una segnalazione del Comune circa un mese fa, sulla presenza di liquido riversato in un canale accanto alla pista ciclabile, un problema da noi prontamente risolto con la riparazione del tratto interessato. Attualmente a noi non risulta presente in zona scarico o liquido di alcun tipo”. Ad oggi, l’area si presenta asciutta, ma più d’una domanda ci viene spontanea e cioè: cos’è questo tubo che da Ovest ad Est interseca, o meglio, bypassa al di sotto la pista ciclabile e consente, in alcuni periodi dell’anno, lo sversamento di liquido (definito tecnicamente dall’assessore comunale all’Ecologia Spadaro “un troppo pieno”), nei pressi della suddetta pista? La portata di questo tubo è dimensionata adeguatamente o potremmo aspettarci magari che un quantitativo eccessivo di questo liquido (da quel che ci è stato riferito, trattasi di acque bianche e nulla di più) potrebbe compromettere la tenuta della pista ciclabile in quel punto? Sempre con lo spirito di chi informa e rende un servizio alla collettività, ci siamo interessati e continueremo ad interessarcene nel rispetto dell’opinione e delle competenze di tutti.

Articolo pubblicato il 26 giugno 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus