Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Messina - Lotta a vecchie e nuove povertà con un welfare ‘sperimentale’
di Carmelo Lazzaro Danzuso

Garantire azioni dirette a soddisfare necessità reali, con la valorizzazione della singola persona. Presentato nei giorni scorsi nei locali del Comune il progetto Staff famiglia

Tags: Messina, Welfare, Giuseppe Buzzanca



MESSINA - Presentato nei giorni scorsi il progetto Staff famiglia, promosso dal Consorzio Solco Catania–Rete di Imprese sociali siciliane e finanziato dalla Regione Sicilia, nell´ambito dell’avviso pubblico per la sperimentazione di azioni urgenti di contrasto alle vecchie e nuove povertà.

Il sindaco Giuseppe Buzzanca ha evidenziato il valore dell’iniziativa che va incontro a situazioni di disagio della popolazione e ha anticipato lo studio che l’amministrazione comunale sta portando avanti per una Family card. Assicurata poi l’incentivazione delle procedure di appalto, per il servizio di gestione di tre asili nido comunali; di assistenza e trasporto per i portatori di handicap nelle istituzioni scolastiche; di gestione dei centri di aggregazione giovanile; di Casa Serena; di assistenza domiciliare anziani; di assistenza domiciliare alle famiglie dei portatori di handicap; di trasporto per portatori di handicap ai centri occupazionali-riabilitativi.

L’assessore alle Politiche per la famiglia, Dario Caroniti ha illustrato il progetto che garantirà azioni incentrate su reali necessità, attraverso la valorizzazione della singola persona e del suo complesso sistema di valori. Lo scopo è quello di attuare un programma complesso di interventi sociali, realizzato dalle strutture d’offerta convenzionate della Rete Solco, coordinate da uno staff di esperti, attraverso la costante collaborazione con i Servizi sociali del Comune. L’obiettivo principale è di aiutare la popolazione disagiata, individui o gruppi-famiglia in condizioni di povertà, nell’ottica del superamento della marginalità sociale, della prevenzione e della riduzione del disagio attraverso la promozione di interventi formativi e di accompagnamento al lavoro, di soddisfazione dei bisogni alimentari e socio-sanitari, nonché di sostegno per superare l’emergenza abitativa.

Attraverso l’attuazione di Staff famiglia, la cui fase sperimentale terminerà nel mese di dicembre 2011, il Comune potrà assegnare a famiglie numerose, con oltre sei unità, in difficoltà economica, 369 voucher, da ridistribuire tra quelli alimentari (150), sanitari (136), socio-psico-pedagogici (75), abitativi (2) e formativi (6). Gli utenti potranno chiedere l’assegnazione del voucher specifico, in base alle proprie reali esigenze, presso lo sportello famiglia, attivato dall’assessorato alle Politiche per la famiglia del Comune.

Si vuole insomma realizzare un sistema di welfare sperimentale che, attraverso specifici piani d’intervento, consentirà ad alcune fasce della popolazione di uscire dalla soglia di povertà estrema.

Articolo pubblicato il 01 marzo 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus