Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Scoppia la Formazione professionale
di Michele Giuliano

Prof 2011. Aspettando il nuovo piano tra denunce e malumori.
Blocco. Oltre un centinaio i lavoratori assunti dagli enti di formazione negli ultimi 2 anni nonostante il blocco. Emerse piante organiche spropositate e una serie infinita di dirigenti dagli stipendi stratosferici.
Cefop e Ial al limite. Numerosi gli enti cosiddetti “pachiderma”: tra questi il Cefop conta 800 dipendenti, lo Ial Cisl da solo assorbe il 10 per cento dell’intera spesa del Prof, circa 24 milioni di euro.

Tags: Lavoro, Mario Centorrino, Formazione, Cefop, Guido Carlino, Antonino Emanuele



“Non siete autorizzati ad assumere personale, richiesta respinta”: un diktat preciso quello dell’assessorato regionale alla Formazione con almeno 200 lettere di risposta alle istanze degli enti di formazione inviate tra il 2009 e il 2010. Per tutta risposta gli enti hanno continuato a fare di testa propria, assumendo nuovo personale nonostante l’articolo 4 della l.r. 24/76. In 111, comunicano dall’ufficio di Gabinetto dell’assessorato regionale alla Formazione professionale, risultano essere stati assunti. Ecco l’ennesima magagna, e non l’unica, nel mondo della formazione siciliana. Ma non è tutto: dal pentolone delle assurdità del settore, pagato ogni anno profumatamente dalla Regione con 242 milioni di euro, emergono anche stipendi esorbitanti, un numero spropositato di dirigenti pagati sino a 4.000 euro al mese e profili professionali degli insegnanti che lasciano quantomeno perplessi sul piano etico e morale. (continua)

Articolo pubblicato il 02 marzo 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus