Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Per la fiscalità perequativa e una burocrazia più snella
di Gian Andrea Costa

Tags: Giovanni Condorelli, Ugl Sicilia



Cosa è possibile fare per rilanciare l’economia in Sicilia?
“Dobbiamo innanzitutto confrontarci con un problema non da poco che complica la nostra azione, quello della stabilità politica. Premetto che, come sindacato, noi abbiamo condiviso e appoggiato la candidatura di Lombardo come presidente della Regione, perchè abbiamo da sempre condiviso le sue idee programmatiche. La fiscalità di vantaggio ad esempio è un punto nodale per poter rilanciare l’economia della nostra Isola, grazie ad un insediamento immediato nel territorio. La sua applicazione comporterebbe la nascita di infrastrutture e di quella rete di servizi che finalmente ci metterebbe alla pari con le regioni del Nord. Un altro punto importante per il rilancio economico è legato allo snellimento della burocrazia nella funzione pubblica. Le imprese siciliane vantano dei crediti nei confronti della Regione per milioni e milioni di euro. Basterebbe mettere in liquidità queste somme per fare ripartire i cantieri e le imprese, per bloccare la Cassa integrazione, per far ritornare al lavoro le persone. Non sono cose impossibili da attuare, ma è la Regione che per prima deve dare un messaggio. Se non diamo l’idea di un rinnovamento, di una regione che inizi a ‘normalizzarsi’, tutto diventa più difficile”.

Riuscite ad avere un dialogo costruttivo con il governo Lombardo?
“Il  primo marzo firmeremo l’avviso comune del patto sociale, un documento programmatico con tutte le componenti della società siciliana. Un patto sociale che riconferma la nostra volontà di agire con i fatti. Ma il più delle volte questi buoni propositi faticano a trovare sbocco e collocazione. Rimane l’impressione che l’impasse politica che stiamo attraversando, anche in Sicilia, blocchi un pò tutto”.

Articolo pubblicato il 05 marzo 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus