Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Ambiente, l’Ue accusa la Sicilia
di Rosario Battiato

Ambiente. Le inadempienze nel mirino dell’Ue.
Le questioni. Nell’Isola vi sono 600 discariche di rifiuti ancora da bonificare, le polveri sottili sforano spesso i limiti di legge nelle grandi città, in 74 comuni i depuratori non esistono o funzionano male.
Conto alla rovescia. Si tratta di problemi sollevati dai richiami ufficiali europei, ma rimasti irrisolti. La Regione lavora alla definzione di piani, ma il tempo scorre e l’ora delle pesanti sanzioni economiche si avvicina.

Tags: Raffaele Lombardo, Stefania Prestigiacomo, Ambiente, Unione Europea, Rita Borsellino



PALERMO - Alla Regione percepiscono il fiato sul collo delle infrazioni europee.
Nei giorni scorsi il ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, ha scritto a Palermo, destinatario Raffaele Lombardo, per ricordare che la Sicilia sta facendo poco, e a rilento, per evitare che l’Europa proceda con le sanzioni pecuniarie. Sulla Sicilia potrebbero piovere miliardi di euro di multe, sulla base del criterio proporzionale che Roma utilizzerà per rivalersi sulle regioni colpevoli della sanzione, visto che l’Isola è coinvolta su più fronti: discariche abusive mai bonificate, depurazione all’anno zero e sostanze nocive in eccesso nelle principali realtà urbane. (continua)

Articolo pubblicato il 09 marzo 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus