Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Ars: in aula la proroga dell’esercizio provvisorio
di Raffaella Pessina

Trasferta della commissione Attività produttive a Roma per il settore Pesca. Il voto in II commissione slittato per assenza di Armao

Tags: Ars, Esercizio Provvisorio, Bilancio, Gaetano Armao, Pesca



PALERMO - Questo pomeriggio alle 16,00 si apre l’unica seduta d’Aula della settimana a Palazzo dei Normanni. All’ordine del giorno c’è il disegno di legge che proroga al 30 aprile la gestione del bilancio della Regione in dodicesimi. Si tratta del quarto mese consecutivo di esercizio provvisorio.

Il calendario dei lavori riprenderà quindi la prossima settimana, dopo la pausa per la Festa dell’Unità d’Italia di domani (e al venerdì non ci sono sedute d’Aula). In Commissione Affari Istituzionali ritornerà, dopo la conclusione della discussione generale il disegno di legge sulla riforma elettorale, le cui regole verranno applicate a partire dal 2012, almeno secondo quanto stabilito dagli accordi fra maggioranza ed opposizione per superare il gap legislativo venutosi a creare in questi ultimi giorni per le polemiche fra i partiti rappresentati all’Ars. Nella stessa Commissione si trova anche l’agognato disegno di legge sulla trasparenza della pubblica amministrazione ed entrambi potrebbero essere trasformati in due maxiemendamenti da portare in Aula con bilancio e finanziaria. 

Quest’anno potrebbe essere opportuno apportare alcune variazioni nella stesura dei documenti finanziari come la voce “valorizzazione” del patrimonio immobiliare della Regione. Si tratta infatti di entrate praticamente “fittizie” inserite nei bilanci passati e che non hanno prodotto alcun risultato per il bilancio della regione. Inoltre quest’anno, non si potrà ricorrere ai fondi di riserva, ovvero agli accantonamenti che, fino ad oggi, sono stati utilizzati per tappare i ‘buchi’ creati dalle entrate fasulle. Quindi alle uscite, che nel bilancio regionale sono certe, bisognerà fare fronte con entrate altrettanto certe. Probabile il ricorso al mercato finanziario. La Commissione finanze dell’Ars intanto si è riunita per discutere il ddl di riordino delle società partecipate, ma come sempre resta il punto dolente della mancanza dei fondi per dare seguito a questi tipo di disegni di legge.
 
Ieri sono stati ascoltati i rappresentanti sindacali in merito alla vertenza riguardante la società Federico Musei srl. Si tratta di 63 giovani che hanno svolto un corso di formazione per diverse qualifiche per conto della Federico Musei”, i corsisti avrebbero dovuto recepire per intero i relativi compensi, ma così non è stato. Oggi i ragazzi non solo si ritrovano a lavorare gratuitamente presso diversi musei di Palermo, ma nel nuovo bando pubblicato per l’affidamento dei servizi aggiuntivi della gestione dei siti non è prevista nessuna clausola di salvaguardia che li riguarda.

Sempre in commissione è slittato ad oggi il voto sulla proroga di un mese dell’esercizio provvisorio. Era atteso l’assessore regionale all’Economia Gaetano Armao che, per la concomitanza con la seduta della Giunta di governo, non è intervenuto. Trasferta della commissione Attività produttive a Roma ieri per incontrare i rappresentanti del settore pesca nazionali ed europei. È stata manifestata la volontà di una programmazione in linea con le nuove esigenze del settore, guardando di più al mercato e alla commercializzazione. è stato deciso di accelerare il pagamento del fermo biologico alle imprese per l’anno 2010 e di mantenere le stesse modalità per il 2011 prevedendo il pagamento indennità per gli armatori e per i marittimi con la cassa integrazione in deroga.
 
Il primo giorno utile per la prossima seduta d’Aula sarà direttamente il 22 marzo e da quella data fino alla fine di aprile i tempi per gli adempimenti del Parlamento risultano piuttosto complessi. Restano infatti ancora da approvare i ddl sulla legge elettorale, sulla trasparenza amministrativa, sul commercio ed entro venerdì 8 aprile le commissioni dovranno esitare le parti di competenza dei documenti finanziari e dal 12 aprile bilancio e finanziaria dovranno approdare in Aula per essere approvati, pena questa volta lo scioglimento dell’Ars se i documenti non dovessero essere esitati entro la fine di aprile.

Articolo pubblicato il 16 marzo 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus