Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Alle Regioni speciali spetta di disciplinare i fabbisogni standard dei propri Enti locali
di Patrizia Penna

La modifica, sollecitata al testo inizialmente proposto dal Governo, è contenuta nell’art. 8 del d.lgs. 216/2010. Addizionale regionale Irpef non solo per finanziare le spese per i Lep (Livelli essenziali prestazioni)

Tags: Federalismo, Salvo Fleres



Nell’intervista, il senatore Fleres ci ha fornito dei chiarimenti sull’applicazione dell’art. 8 del decreto legislativo sui fabbisogni standard degli enti locali (n.216/2010) che esclude chiaramente che i relativi criteri di determinazione si applichino alle regioni a statuto speciale.
Senatore, ciò cosa comporta?
“Questo esito è frutto di una modifica rispetto al testo inizialmente proposto dal Governo, che non prevedeva tale esclusione, modifica sollecitata proprio dalle Regioni a statuto speciale. Pertanto sarà compito delle Regioni a statuto speciale provvedere alla disciplina dei fabbisogni standard dei propri enti locali, tenendo conto delle peculiarità del proprio territorio, con apposite misure di attuazione degli statuti regionali e conformemente ai principi definiti dalla legge n. 42. 
“In conclusione vorrei soffermarmi su due aspetti particolarmente significativi su cui è necessario un chiarimento. Il primo, già trattato nella relazione ma da sottolineare in maniera più approfondita, riguarda il finanziamento delle funzioni “non LEP”. Da un lato infatti (vedi articolo 11, comma 1, lettera b) sembrerebbe che l’intera quota dell’addizionale all’IRPEF sostitutiva dei trasferimenti soppressi sia destinata al finanziamento delle spese LEP, dall’altro però (art. 11, comma 4, lettera c) risulta che anche le funzioni non LEP siano finanziate da “quote dell’addizionale regionale all’IRPEF”.

Ciò lascia dunque aperti alcuni margini di incertezza. Tale incertezza non consente di chiarire pienamente le modalità di calcolo dei fondi perequativi e quindi la verifica del complesso delle risorse a disposizione delle regioni. Alcune delle modifiche indicate nell’intesa tra Stato e regioni sembrerebbero tenere conto, seppur in modo parziale, di questa problematica, ma è necessario su questo aspetto un chiarimento più puntuale”. “Sembrerebbe forse opportuno - suggerisce Fleres - esplicitare già nel testo del decreto che l’addizionale sostitutiva dei trasferimenti sia differenziata per spese LEP e non LEP. Le implicazioni delle diverse soluzioni alternative sono infatti assai rilevanti in termini distributivi. Nel caso estremo in cui l’intera addizionale IRPEF (sostitutiva di tutti i trasferimenti, LEP e non LEP) venga imputata al finanziamento delle funzioni LEP, ciò implicherebbe che, a decorrere dal 2014, il fondo perequativo LEP sia di entità minore perché corrispondente a esigenze perequative più basse. In questo caso però le risorse per il finanziamento delle spese non LEP risulterebbero inferiori, per cui nel complesso il comparto delle regioni sembrerebbe disporre di minori risorse rispetto a quelle a legislazione vigente. Tale aspetto non sarebbe risolto dall’operare  del fondo perequativo per le funzioni non LEP, che è parametrato sulla capacità fiscale e non sui fabbisogni. Nel caso invece di ripartizione pro quota dell’addizionale tra funzioni LEP e non LEP sembrerebbe esserci l’assegnazione al complesso delle regioni dello stesso volume di risorse previsto a legislazione vigente”.

Articolo pubblicato il 23 marzo 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • La redistribuzione delle risorse necessaria premessa a costi e fabbisogni standard -
    Intervista al senatore Salvo Fleres sull’applicazione in Sicilia della legge 42/09 “Delega al Governo in materia di federalismo fiscale”. In base all’art. 27 le Regioni speciali stabiliscono i criteri di attuazione con proprie norme
    (23 marzo 2011)
  • Alle Regioni speciali spetta di disciplinare i fabbisogni standard dei propri Enti locali -
    La modifica, sollecitata al testo inizialmente proposto dal Governo, è contenuta nell’art. 8 del d.lgs. 216/2010. Addizionale regionale Irpef non solo per finanziare le spese per i Lep (Livelli essenziali prestazioni)
    (23 marzo 2011)
  • Federalismo regionale. Perequazione periodo transitorio, punti oscuri - (23 marzo 2011)


comments powered by Disqus