Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Fondi Ue alla ricerca per l’utilizzo al sicuro dell’energia nucleare
di Antonio La Ferrara

I destinatari possono essere: istituti di ricerca, università, industrie, Pmi, potenziali utilizzatori finali. In totale a disposizione un budget di 41 milioni di euro. Bando sulla Guce

Tags: Nucleare, Unione Europea



PALERMO - Nell’ambito del programma Ricerca e Innovazione - VII Programma Quadro Euratom (Ceea) concernente la fissione nucleare e radioprotezione - fp7-fission-2011-, è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea C225/11 del 20 agosto 2010 un invito a presentare proposte riferito per l’appunto al Settimo programma quadro della Comunità europea dell’energia atomica (Euratom) per le attività di ricerca e formazione nel settore nucleare (2007-2011).
L’obiettivo generale è quello di stabilire una solida base scientifica e tecnica per accelerare gli sviluppi pratici per la gestione sicura di lunga vita dei rifiuti radioattivi, per migliorare le prestazioni di sicurezza, l’efficienza delle risorse e dei costi-efficacia di energia nucleare e  garantire un sistema solido e socialmente accettabile di protezione della popolazione e dell’ambiente contro gli effetti delle radiazioni ionizzanti.

Tra le attività finanziate ci sono le seguenti:
Fission-1: gestione dei rifiuti radioattivi:
• smaltimento geologico
• Suddivisione e trasmutazione

Reattore a fissione-2 Systems:
• Sicurezza e competitività degli impianti nucleari esistenti e futuri
• Sistemi avanzati nucleari per una maggiore sostenibilità
• Aspetti trasversali per impianti nucleari
• Sistemi avanzati per usi non elettrici dell’energia nucleare

Fission-3: Protezione dalle Radiazioni:
• Quantificazione dei rischi per esposizioni a basse dosi
• Gestione delle emergenze e riabilitazione
• Usi malevoli delle radiazioni o materie radioattive
• Altri temi

Fission-4: Infrastrutture:
• Sostegno alle infrastrutture
• Accesso alle infrastrutture

Fission-5: Risorse umane, mobilità e formazione:
• Formazione e mobilità dei ricercatori

Fission-6: Azioni trasversali:
• azioni trasversali

Fission-7: Cooperazione con paesi terzi
I progetti di Collaborazione (CP) devono essere sviluppati su scala media o piccola e attraverso Reti di eccellenza; i soggetti beneficiari generalmente sono consorzi formati da almeno 3 partecipanti di 3 diversi Paesi, della durata di 2-5 anni, se non specificato in altro modo dal bando. I soggetti più specificamente possono essere: istituti di ricerca, università, industrie, Pmi, potenziali utilizzatori finali.

Per le Azioni di Coordinamento e Supporto (Csa) - Azioni di Coordinamento (Ca) il requisito minimo è la partecipazione di 3 soggetti con personalità giuridica, provenienti da 3 Paesi diversi.
I soggetti possono essere: organizzazioni di ricerca, università, Pmi, managers e proprietari di programmi di ricerca (Era-Net e Research Infrastructure actions).

Infine per le Azioni di Coordinamento e Supporto (CSA) - Azioni di Supporto (SA) e Azioni di Coordinamento (CA) il requisito minimo è la partecipazione di un soggetto con personalità giuridica, se non specificato in altro modo dal bando. I soggetti possono essere: organizzazioni di ricerca, università, Pmi, managers e proprietari di programmi di ricerca (Eranet e Research Infrastructure actions).
 

 
Scade il 7 aprile 2011 il termine per presentare le domande
 
L’importo disponibile complessivo ammonta a € 41.000.000. Il budget complessivo è ripartito in questo modo: Fission-1:  € 7.000.000;  Fission-2:  € 19.000.000;  Fission-3: € 10.000.000; Fission-4,5 e 6: €  5.000.000.
Tutte le cifre di bilancio in questo programma di lavoro sono indicative, a condizione che gli stanziamenti previsti nel progetto di bilancio per il 2011 siano adottati senza modifiche da parte dell’autorità di bilancio. A seguito della valutazione delle proposte, il bilancio definitivo assegnato può variare fino al 10% del valore totale del bilancio indicato per ogni proposta.
Le proposte non conformi ai criteri di ammissibilità saranno respinte.
Il termine ultimo per presentare le proposte è il giorno 7 aprile 2011.
Per ulteriori e più dettagliate informazioni è possibile consultare i seguenti siti internet: http://cordis.europa.eu/fp7/dc/index.cfm?fuseaction=UserSite.EuratomDetailsCallPage&call_id=348  e  http://ec.europa.eu/research/participants/portal/.

Articolo pubblicato il 25 marzo 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus