Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Bonus sociali per energia e gas, chi ne ha diritto e in che misura
di Francesca Pecorino

Per il 2011 si parte da un valore di 56 € per una famiglia di 2 persone

Tags: Energia Elettrica, Gas



CATANIA - In materia di consumi energetici, l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, entro il 31 dicembre di ogni anno, stabilisce l’ammontare del bonus sociale.
Detta misura è stata introdotta nel 2008, al fine di aiutare le famiglie numerose e i nuclei familiari a basso reddito, consentendo loro di risparmiare circa il 20% annuo (al netto delle imposte).

Tra bonus gas e bonus luce sono stati erogati circa € 2,4 milioni. A tal fine, è bene specificare che questi bonus sono cumulabili ogni qualvolta l’utente si trovi in presenza dei requisiti previsti dalla legge.

In particolare, per il 2011 si parte da un valore di € 56,00 per una famiglia composta da 1-2 persone, fino ad arrivare ad € 124,00 per una famiglia che vada oltre i 4 componenti. Occorre però far riferimento anche ai limiti di reddito e non solo.
Per il caso dell’energia elettrica, possono accedere al bonus, tutti i clienti domestici che risultino intestatari di un contratto di fornitura di energia elettrica, per il solo immobile di residenza, con potenza fino a 3 kW e per un numero massimo di 4 componenti il nucleo familiare, che abbiano tra l’altro la stessa residenza. Un’altra ipotesi, è quella che prevede un limite di potenza fino a 4,5 Kw, , per un numero di familiari con la medesima residenza  che sia superiore a 4.

Esistono altresì dei limiti reddituali: deve trattarsi di membri dello stesso nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a € 7.500;  oppure facenti parte di un’unica famiglia con più di 3 figli a carico ed ISEE non superiore a € 20.000. I suddetti valori e limiti numerici e di reddito sono tutti consultabili sul sito della predetta Autorità.

Una situazione a parte, riguarda invece il bonus di € 138,00 previsto per coloro che a causa di una grave malattia, necessitano giornalmente dell’uso di apparecchiature elettromedicali salvavita. In quest’ultimo caso, non vige alcuna limitazione reddituale poiché la misura è giustificata dalle necessità mediche.

In presenza dei requisiti previsti, si può richiedere il predetto bonus al proprio Comune di residenza o ai CAF (i centri di assistenza fiscale), compilando appositi moduli che verranno forniti dai suddetti enti o che possono essere scaricati al sito dell’Autorità per l’energia.

A tal proposito, è stato anche istituito un numero verde (800166654, il cd. Sportello per il consumatore), che - dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle 18.00 - fornisce informazioni agli utenti che richiedano ragguagli in ordine a codeste importanti misure sociali.

Avv. Francesca Pecorino
collegio dei professionisti di Veroconsumo

Articolo pubblicato il 29 marzo 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus