Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

“I ladri di beni privati passano la vita in carcere e in catene quelli di beni pubblici nelle ricchezze e negli onori”
di Silvia Scardino



PALERMO - Durissima la requisitoria del procuratore generale d’Appello Giovanni Coppola il quale, nel suo intervento sul giudizio di parificazione del rendiconto della Regione per il 2008, ha esordito segnalando i gravi rischi che incombono sulla finanza pubblica. Secondo il magistrato: “la minaccia è costituita dalla complessa rete di malaffare che in una regione come la Sicilia, ad alto rischio di condizionamento mafioso, lascia poco tranquilli tutti coloro che si occupano della gestione della cosa pubblica. L’allerta - ha proseguito Coppola - va data in modo particolare in un momento, come quello attuale, in cui stanno arrivando in Sicilia i fondi Por 2007-2013 che rappresentano l’ultima erogazione in tal senso per la nostra regione, a seguito dell’ingresso nell’Unione Europea di molti Paesi dell’Est che versano in condizioni economiche deteriori e che, per l’entità delle risorse finanziarie coinvolte, pari a parecchi miliardi di euro, non possono non suscitare le brame di certi poteri forti non sempre trasparenti”. Riferendosi ai frequenti reati riscontrati nella pubblica amministrazione, il procuratore ha citato una frase attribuita a Catone il Censore, ma tristemente attuale, che recita: “i ladri di beni privati passano la vita in carcere e in catene, quelli di beni pubblici nelle ricchezze e negli onori”.

Articolo pubblicato il 01 luglio 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Minacciate le finanze della Regione -
    Regione: 1 dirigente ogni 5,6 dipendenti.
    Corte dei Conti: Relazione sul rendiconto 2008 del presidente delle Sezioni riunite, Arrigoni, e Requisitoria del procuratore generale Coppola.
    Improponibile il confronto con la burocrazia statale, dove c’è un dirigente ogni 50 dipendenti.
    (01 luglio 2009)
  • “I ladri di beni privati passano la vita in carcere e in catene quelli di beni pubblici nelle ricchezze e negli onori” - (01 luglio 2009)


comments powered by Disqus