Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Emergenza immigrati, la Regione candida Lampedusa “Zona franca per la legalità”
L’assessore alle Attività Produttive, Marco Venturi: “Creeremo anche una linea di garanzia sulle scoperture bancarie”. Annunciati altri provvedimenti, tra questi anche la riduzione del prezzo del gasolio

Tags: Lampedusa, Immigrati, Zona Franca



LAMPEDUSA - Una linea di garanzia sul credito per gli imprenditori lampedusani, l’inserimento, anche delle Pelagie, tra i territori che rientreranno nella ‘Zona franca per la legalità che comprende l’intero territorio della provincia di Caltanissetta e alcuni comuni dell’agrigentino e dell’ennese. E ancora: la proroga della scadenza del bando Fesr per la ricettività turistica, con una quota riservata solo a iniziative con sede nell’isola e l’immediata erogazione del contributo già stanziato dalla giunta per i pescatori. E infine l’inserimento nel prossimo bando per l’incremento delle aree artigianali di Cala Pisana.
Sono i provvedimenti annunciati ieri a Lampedusa dall’assessore regionale per le Attività Produttive, Marco Venturi, incontrando una delegazione di Federalberghi, dei commercianti, degli imprenditori e dei pescatori dell’Isola.

“Inseriremo in finanziaria una norma - ha spiegato Venturi - per creare una linea di garanzia per intervenire sulle scoperture bancarie e le aperture di credito, per tutte le attività produttive dell’isola. Proporrò al presidente della Regione Raffaele Lombardo e alla Giunta di governo, già stasera (ieri sera, ndr), di potere inserire anche Lampedusa tra i territori che rientreranno nella ‘Zona franca per la legalità, con facilitazioni per far crescere il tessuto imprenditoriale come la fiscalitàdi vantaggio, e per la quale abbiamo gia’ individuato risorse finanziarie pari a 50 milioni di euro”.

“L’obiettivo della zona franca per la legalità- ha continuato Venturi - è creare un’area in grado di attrarre investimenti sul territorio, incentivare la crescita, rilanciare il tessuto socio-economico che ricade al suo interno, contrastando, al contempo, ogni possibile forma di infiltrazione criminale nel mondo dell’economia, delle imprese e della società. Credo che, anche in considerazioni dei drammatici fatti di cronaca di questi giorni, che hanno comportato la disdetta delle prenotazioni turistiche mettendo seriamente a rischio l’intera stagione estiva, Lampedusa debba essere inserita in questo progetto”.
Venturi ha poi annunciato che nel bando Fesr da 125 milioni per le ristrutturazioni alberghiere, una quota dal 10 al 15 per cento, verrà destinata “a quelle proposte progettuali che provengono da Lampedusa, quale area di crisi”.

Per il settore della pesca, Venturi ha assicurato che i primi 400 mila euro già stanziati dalla giunta verranno erogati immediatamente, e i successivi 400 mila lo saranno dopo l’approvazione del bilancio regionale. Per quanto riguarda, infine, la riduzione del prezzo del gasolio, che assorbe una quota considerevole delle spese delle imprese di pesca, la richiesta è stata accolta dal ministro Prestigiacomo.

Articolo pubblicato il 08 aprile 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus