Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Regione: digitalizzazione allo sbando
di Massimo Mobilia

Ritardo. Informatizzazione solo di facciata.
Nel 2005 due partecipate regionali. Create per traghettare la Sicilia nel mondo informatizzato, ma poco è cambiato rispetto a sei anni fa, per cui si è deciso di liquidarne almeno una.
Sito internet. Il finto portale unico: spesso rimanda alle pagine dei vecchi siti dei singoli assessorati. Per esempio è possibile aprire i bilanci della Regione solo dall’ex sito dell’assessorato Bilancio.

Tags: Informatizzazione, Regione Siciliana, Internet



La lettura delle spese esagerate per fotocopiatrici, toner, stampanti, volumi, pacchi postali alla Regione siciliana nel 2010 è l’occasione per vedere un pò cosa ne è stato del grande processo di digitalizzazione più volte annunciato. A partire dal 2005 con la creazione delle due partecipate regionali (Sicilia Innovazione e Sicilia e-servizi), che sono risultate così palesemente inutili che una è stata da poco liquidata, mentre sull’altra esistono forti dubbi.
Addirittura la Regione deve ancora 82 milioni di euro a Sicilia e-servizi ma il portale unico della Regione, ad esempio, non è mai partito, è solo di facciata, visto che per informazioni e documenti spesso bisogna ritornare al vecchio sito del singolo assessorato. (continua)

Articolo pubblicato il 09 aprile 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus


´╗┐