Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Carburanti: benzina sfora 1,6 €/l e il diesel è il più caro d’Italia
di Giuseppe Bellia

Nuova “ondata” di rincari secondo i rilevamenti Prezzibenzina.it presso i distributori siciliani. Il prezzo medio nazionale per la verde è stato di 1,538 €/l, Sicilia da record

Tags: Carburante, Prezzi



PALERMO – Prima la crisi del Nord Africa, poi i rincari per salvare i fondi per la cultura.
Non c’è tregua in Italia per il costo del carburante, e a pagare il vero dazio, i consumatori finali.
Non fosse bastata la crisi energetica del Nord Africa, è difficile comprendere quale motivazione abbia spinto il governo Berlusconi, nello specifico il Ministero dello Sviluppo Economico, a mettere mano al prezzo dei carburanti, almeno per due ordini di motivi: i carburanti erano già salatissimi, e fatto più importante, per una giusta causa (salvaguardia dei fondi per la cultura), è stato aumentato il peso fiscale di un bene di largo consumo che influenza la capacità d’acquisto di tutte le fasce economiche, quindi anche di quelle più deboli.

Ritornando al panorama dei prezzi mettendo a confronto i listini regionali, la Sicilia, anche per questa settimana si è confermata “terra di salassi” per quanto concerne diesel e gpl, mentre nel comparto benzina ha diviso in primato con Campania e Puglia.
La quotazione del greggio, nonostante l’ennesima “ondata” di rincari, si è attestata al di sotto dei 110 dollari al barile (ieri 106,20).

Benzina
Prezzo medio nazionale rilevato da Prezzibenzina.it lo scorso lunedì 1,538 €/L.
L’Isola per questa settimana non è stata la più cara, superata in media da Puglia (dove è stato rilevato prezziario più oneroso; Ip 1,631 €) e Campania.
I dati ufficiali della nostra fonte indicano nella Q8 (1,601 €), la compagnia che ha presentato nell’Isola il prezzo più alto. Seguono Tamoil (1,599 €), TotalErg (1,598 €), Ip (1,587€) ed Eni (1,570 €), mentre il prezzo meno caro l’ha fatto registrare Esso (1,562 €).

Diesel
Pmn censito per il comparto dalla stessa fonte e lo stesso giorno 1,443 €/L.
Listini isolani “in vetta” ai prezzi di tutto lo Stivale. Non solo tutti e sei i prezziari monitorati hanno superato il Pmn, ma tre di questi, hanno anche “sforato” l’euro e cinque centesimi.
Salassi per Q8 (1,510 €) e Tamoil (1,510 €), segue a sette millesimi TotalErg (1,503 €).
Al di sotto dell’euro e cinque centesimi, si collocano Ip (1,489 €), Eni (1,487 €) ed Esso (1,483€), quest’ultimo, il listino più economico fra quelli censiti.

Gpl
Prezzo medio nazionale del gpl monitorato da Prezzibenzina.it l’11 aprile scorso 0,788 €.
Gas propano liquido nell’Isola sempre e comunque il più caro d’Italia. Tutti i prezziari per questa settimana hanno superato tanto il Pmn quanto la “soglia” dell’euro e otto centesimi.
TotalErg ha fatto registrare il “salasso settimanale” nel comparto (0,840 €).
Seguono Q8 (0,813 €), Esso ed Eni con lo stesso prezzo (0,812 €), mentre listini meno cari per Indipendenti ed Ip (0,804 €).

Articolo pubblicato il 14 aprile 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Prezzi benzina, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi benzina, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi diesel, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi diesel, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi gpl, per regioni e compagnie petrolifere
Prezzi gpl, per regioni e compagnie petrolifere