Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Sin, 1 su 10 muore d’inquinamento
di Rosario Battiato

Ambiente. Raffinerie & Co., l’impatto sulla salute.
Lo studio. L’ultima ricerca disponibile, a cura dell’Osservatorio epidemiologico dell’assessorato regionale alla Salute e del Dipartimento di epidemiologia dell’Asl Roma E, fotografa lo stato nelle aree industriali siciliane.
I risultati. A Priolo-Augusta, Gela e Milazzo “osservato complessivamente il 12% di eccessi statisticamente significativi”. Ovvero: almeno un decesso su dieci è riconducibile all’inquinamento.

Tags: Milazzo, Raffinerie, Ambiente, Gela, Priolo



PALERMO – Nei tre Sin si muore più facilmente che altrove. Un cumulo di dati che arrivano dall’Osservatorio epidemiologico, dai gruppi di ricerca dell’Università e da altri enti, testimoniano dati più rilevanti in termini di mortalità nei pressi dei Sin (Siti d’importanza nazionali) siciliani.
Sulla base del confronto locale Sin – Milazzo, Priolo e Gela – è stato osservato un dato complessivo del 12% di eccessi statisticamente significativi. A fronte di altri dati che certificano fattori di incidenza più elevati per determinate patologie le bonifiche continuano ad arrancare.
E la gente nei siti inquinati continua ad ammalarsi e morire. (continua)

Articolo pubblicato il 27 aprile 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus