Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Ars: un’intera notte per l’ex tabella H
di Raffaella Pessina

Bilancio approvato con il voto contrario di De Luca, Pdl, Pid ed Fds. Armao: “Ridotti i contributi da 56,9 a 52,9 milioni €”

Tags: Bilancio, Ars, Tabella H



PALERMO - Come era prevedibile, l’approvazione dei documenti finanziari della Regione ha rappresentato un inferno per Governo e Parlamento. Ieri si è scritta un’altra puntata di questo percorso che porta al salvataggio del Parlamento e alla programmazione delle spese in Sicilia.

Un percorso che giovedì si è temporaneamente chiuso a notte fonda, fatto di urla, litigi in Aula, e riunioni per trovare un compromesso accettabile negli uffici dei gruppi parlamentari. La materia del contendere è stata la cosiddetta ex tabella H, oggi tabella B, quella degli stanziamenti e contributi alle associazioni. Dopo una prima riscrittura della tabella, rifiutata dall’opposizione, dopo l’intervento in Aula di Lino Leanza (Mpa) nel corso del quale giovedì scorso ha dichiarato che il Governo avrebbe totalmente cancellato tale tabella, e dopo interminabili riunioni nel corso della notte tra giovedì e venerdì, è finalmente stato partorito un nuovo documento che ieri nel pomeriggio è stato approvato.

Superato questo scoglio il resto appare facile, anche se le migliaia di emendamenti presentati da Cateno De Luca non hanno reso la vita facile. Venerdì mattina la seduta che era stata fissata alle 10, è slittata alle 12. L’emendamento con la nuova tabella è stato approvato con il voto contrario di De Luca, Pdl, PID ed Fds. Rispetto a quanto previsto nella stesura di ieri sera, vengono aumentate le somme per la propaganda dei prodotti siciliani; per le iniziative di carattere culturale e artistico; per i consorzi di bonifica relativamente alla proroga dei contratti di lavoro; per i consorzi Asi; per il funzionamento delle Università.

L’assessore all’Economia Gaetano Armao, dopo l’approvazione del bilancio della Regione da parte dell’Ars ha dichiarato: “Si è ottenuto un faticoso contenimento della tabella H, così come previsto dal Governo all’inizio dei lavori sul bilancio, sono soddisfatto. Nel 2010 i fondi assegnati ai privati a titolo di contributi per sagre, associazioni, fondazioni e manifestazioni varie erano 56 milioni 994mila euro, nel 2011 sono 52 miloni e 920mila euro, con una contrazione di circa 4 milioni e mezzo”.Come abbiamo scritto, passato lo scoglio della tabella B, l’esame delll’articolato del bilancio è proseguito nel pomeriggio di ieri in maniera abbastanza fluida e il documento stesso è stato approvato intorno alle 15.30.

Poi l’Assemblea ha proceduto anche all’approvazione del bilancio interno dell’Ars. Intanto si registra una dichiarazione del Governatore in merito al pronunciamento della Corte Costituzionale che ha ritenuto infondato e ha quindi bocciato il ricorso avanzato dal Consiglio dei Ministri contro la nomina dei direttori generali esterni della Regione.

“La sentenza della Corte Costituzionale - detto Lombardo - corrobora le prerogative del nostro Statuto, rinforza e rinsalda i principi dell’Autonomia. Le parole degli “ermellini” chiariscono senza alcun dubbio quali siano gli ambiti di intervento dei principi autonomistici, ricordando allo Stato quanto sia importante e non alienabile, in termini “oggettivi”, la nostra competenza anche in una materia così delicata come è quella di determinare i vertici operativi dell’amministrazione”.

Articolo pubblicato il 30 aprile 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus