Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Recupero crediti, prima sede in Italia
di Annalisa Giunta

Forum con Gerlando Piro, direttore dell’Inps di Agrigento

Tags: Gerlando Piro, Inps



Quali sono stati i risultati dell’anno che si è appena concluso?
“L’attività svolta dalla direzione  Inps di Agrigento, comprese le agenzie già esistenti di Canicattì, Licata, Bivona e la direzione sub-provinciale di Sciacca, oggi accorpata ad Agrigento e trasformata in agenzia complessa, ha raggiunto gli obiettivi qualitativi e quantitativi assegnati dalla Direzione regionale in tre aree: Assicurato pensionato, Prestazioni del sostegno reddito e Soggetto contribuente. Il risultato della prima nella direzione di Agrigento ha toccato il 49,51%, contro il 49.67% assegnato; la seconda l’81,79% contro l’84.27% (tempi liquidazione pratiche disoccupazione ordinaria 94,86% entro 30 gg e 99,75% entro 120 gg), mentre i risultati della terza area hanno superato di gran lunga le aspettative in ordine alla quantità delle pratiche realizzate in brevi tempi di lavorazione, registrando un 111,50% contro il 105,79% previsto (l’abbattimento delle aziende attive senza evidenze è stato dell’80,68% per Agrigento e 76,86% Sciacca). Anche la direzione di Sciacca si è distinta nei risultati raggiunti riportando nell’area dell’Assicurato pensionati il 57,11% contro il 49,67%; nelle Prestazioni a sostegno del reddito il 92,30% rispetto l’83,88% e nell’area dei Soggetti contribuenti l’84,47% sul 74,89% prefissato. Abbiamo operato alacremente anche per raggiungere gli obiettivi ordinari e straordinari assegnati dal girettore generale e previsti dalla determina n. 103/2010, relativi allo smaltimento delle giacenze nel corso degli anni 2010 e 2011. Infatti abbiamo ridotto le giacenze relative al 2009 del 6%, con un calo delle risorse umane impiegate di circa 50 unità per lo stesso servizio. Nel corso dell’anno sono state lavorate 22.432 pratiche nella direzione di Agrigento e 9.793 a Sciacca, ed entrambe le sedi sono state impegnate per l’abbattimento dell’arretrato degli indebiti da prestazioni pensionistiche ed invalidi civili. Le due sedi regionali sono state individuate per il Polo specialistico Convenzioni internazionali per i residenti in Italia: Agrigento è risultata prima per recuperi crediti in Italia”.

Quali criticità riscontrate?
“La criticità, così come nelle altri sede in Italia, riguarda la gestione delle pratiche degli invalidi civili per il non completo uso della nuova procedura telematica, prevista a decorrere dal 2010, da parte delle Commissioni mediche integrate Asp. Difatti la procedura messa disposizione dell’Inps non è stata utilizzata da parte dell’Asp, impedendo così il non completamento dell’iter procedurale entro i 120 giorni previsti per l’erogazione della prestazione. Questa situazione ha creato un notevole arretrato con oltre 9.000 verbali cartacei per Agrigento e oltre 4.000 per Sciacca, pervenuti dall’Asp e relativi all’anno 2009, che sono stati inseriti nella nuova procedura a cura del personale amministrativo Inps, anche se era stata prevista una convenzione con Postel che non è riuscita a gestire la situazione. Ho infatti creato una task force di 10 persone che entro fine maggio notificherà a tutti i verbali dopo averli inseriti nel sistema. Ma questa criticità è risolta poiché non accettiamo più cartaceo ma solo documenti online”.

Come funziona il disbrigo delle pratiche nel caso dei malati oncologici?
“I malati oncologici hanno diritto ad una corsia preferenziale per la chiamata a visita che deve avvenire entro 15 giorni dalla domanda. Possono aver diritto al risarcimento per invalidità e in alcuni casi all’accompagnamento. Dal 2010 c’è una nuova procedura telematica dove è previsto il certificato online del medico attraverso il quale, da casa richiedendo il pin o tramite patronato, si può fare la domanda. La Commissione integrata, composta da 4 medici dell’Asp e 1 dell’Inps, può decidere all’unanimità o a maggioranza. Nel primo caso la pratica viene subito esperita, nel secondo caso deve essere rivista dall’Inps. Chi fa domanda per l’invalidità può essere richiamata a visita”.

L’invalidità viene data solo a chi ha un reddito basso?
“Dipende cosa intendiamo per invalidità: c’è la corresponsione economica e il grado di invalidità, se questo supera il 74% si ha diritto al trattamento economico a condizione che non si superi un certo reddito. Ma l’invalidità anche se non prevede una corresponsione economica da diritto ad altri vantaggi come quello previsto dalla legge 104, che dà diritto ai giorni per l’assenza dall’ufficio”.
 

 
Obiettivi: snellire le procedure e ridurre le attese. Protocolli d’intesa con patronati e categorie
 
Entro quanto tempo riuscite a sbrigare le pratiche? Quali servizi date on line?
“Entro 120 giorni dalla domanda riusciamo a rilasciare il libretto degli arretrati. Si effettuano online la domanda per l’indennità di malattia, la disoccupazione e per le pensioni, e si possono anche pagare i contributi”.

Quali sono gli obiettivi per il 2011?
“A causa del nuovo assetto organizzativo gli obiettivi per il 2011 non sono stati ancora formalizzati perchè la direzione sta effettuando la sperimentazione prevista dalla Circolare n.102. Siamo impegnati a riorganizzare gli uffici, lavorando a regime continuo per migliorare i rapporti con il cittadino, snellendo le procedure burocratiche e riducendo al massimo i tempi di attesa. La nuova struttura è composta dal Back Office per l’aggiornamento e sistemazione delle posizioni assicurative degli utenti, in modo da realizzare una risposta efficiente ed immediata all’atto della richiesta di prestazioni (liquidazioni ed erogazione della prestazione) e dal Front Office, che comprende il coordinamento delle agenzie che fanno riferimento alla nostra sede e l’agenzia interna di Agrigento”.

Quali iniziative state portando avanti?
“Numerosi protocolli d’intesa con i patronati, gli Ordini professionali e le associazioni di categoria per agevolare i rapporti per le prestazioni di servizi ed eseguire quanto disposto dalla Circolare n.102 del 2009. La scorsa settimana scorsa è stato inaugurato uno sportello informatico con un operatore Inps all’interno della sezione dell’Unione italiana Ciechi ed Ipovedenti di Agrigento. Altri saranno di prossima apertura”.
 

 
Curriculum
 
Gerlando Piro è nato ad Agrigento il 30 luglio 1960. Dal 2007 ricopre l’incarico di direttore provinciale dell’Inps di Agrigento e, dal 2010, di Sciacca. È stato funzionario del ministero del Tesoro, Ragioneria generale dello Stato, dal 1987 al 1999. Dal 1999 al 2000 è stato dirigente di Ragioneria del Comune di Palermo. Dal 2000 al 2007 è stato direttore provinciale del Tesoro di Agrigento. È laureato in Economia e commercio, con diploma di specializzazione, post laurea biennale, in Economia dei trasporti.

Articolo pubblicato il 06 maggio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Gerlando Piro, direttore dellÂ’Inps di Agrigento
Gerlando Piro, direttore dellÂ’Inps di Agrigento