Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Meno disagi per i cittadini con i certificati elettronici
di Grazia Ippolito

Tags: Francesco Beltrame



Facciamo alcuni esempi di cosa cambierà per il cittadino con l’introduzione del Cad.
“Alcune novità riguardano il Sistema sanitario. I certificati medici on line sono già una realtà. Ogni anno, mediamente, 18 milioni di lavoratori si ammalano due volte l’anno: questi non saranno più costretti a recarsi alla posta per inviare il certificato attraverso lettera raccomandata, con risparmio di tempo e denaro.
La ricetta telematica era stata già introdotta dalla legge, ma con un errore di interpretazione: il medico leggeva i campi della ricetta cartacea e li trasmetteva a Sogei (la Società di Ict del ministero dell’Economia). Adesso il medico invia la ricetta a Sogei attraverso un web form e il cittadino può riceverla sul proprio telefonino attraverso un codice pin. Al paziente viene comunque rilasciata la ricetta cartacea”.

I cittadini potranno ricevere i certificati anagrafici on line?
“Fino a questo momento il cittadino poteva visualizzare il suo certificato on line ma doveva recarsi al municipio per ritirare la copia stampata con apposizione di timbro e bollo da parte del funzionario. Il Cad introduce il timbro elettronico e la possibilità di pagare il bollo on line: il cittadino può dunque stampare da casa il proprio certificato”.

Il Cad introduce novità riguardo l’uso della Pec?
“Il Cad chiarisce la distinzione tra identificazione e autenticazione e stabilisce tre tipologie di identificazione del soggetto. L’identificazione forte è quella resa possibile dalla biometria (il passaporto elettronico utilizza le impronte digitali). L’identificazione debole non da garanzia sulla reale identità del soggetto (l’accesso a un sito internet attraverso login e password) La Pec adotta un’identificazione cosiddetta intermedia: prevede che almeno una volta il soggetto sia stato identificato in modo forte”.

Articolo pubblicato il 07 maggio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus