Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Per la Regione digitalizzata tempi lunghi
di Massimo Mobilia

Il dipartimento regionale Lavoro dopo 12 anni riprova a fare partire il “Centro informatico unità Intranet/Internet”. La “Piattaforma telematica integrata” prevista dal 2005 ma attualmente ancora in corso d’opera

Tags: Regione Siciliana, Digitalizzazione, Web, Trasparenza, Internet



PALERMO – È dal “lontano” 1999 ormai che il dipartimento regionale del Lavoro tenta di intraprendere la strada dell’informatizzazione, da quando un decreto (n. 2929/99) dell’allora assessore regionale al ramo Antonino Papania, dava vita ad un’Unità operativa col compito di gestire e sviluppare i servizi, definiti “Intranet/Internet”, dell’Assessorato. Otto anni dopo, cioè nel 2007, un decreto (n. 01/07) del dirigente generale del medesimo Dipartimento regionale, incarico che era ricoperto da Giovanni Bologna, istituiva il “Centro informatico unità Intranet/Internet”, nell’area Risorse gestionali e servizi e Controllo di gestione, in sostituzione della preesistente Unità, assumendone stesse funzioni e uguali compiti.

Adesso, a dodici anni di distanza e nell’era in cui tutte le amministrazioni pubbliche devono fornire servizi informatici secondo quanto previsto dal Codice dell’amministrazione digitale in vigore dal 2005 (D.lgs. n. 85), si è tornati al punto zero, perché l’attuale dirigente del dipartimento Lavoro, Alessandra Russo, ha firmato un decreto che istituisce nuovamente il “Centro informatico unità Intranet/Internet”, stavolta all’interno dell’Unità operativa 2, Reti informatiche, dell’area Sistemi informativi di supporto ai servizi per l’impiego e l’attività ispettiva, con lo scopo di rendere più efficace e funzionale il coordinamento dei centri informatici di ispettorati e uffici del lavoro.

Il personale del nuovo organo sarà composto da tre dipendenti regionali con esperienza nel settore: il funzionario direttivo Renato Adragna, manterrà infatti il ruolo di responsabile del Centro e sarà affiancato dagli operatori Pasquale Corrao e Giancarlo Razete, anch’essi già tecnici del Dipartimento.

I compiti assegnati al nuovo Centro sono del resto, a larghi tratti, uguali a quelli definiti nel 2007, come ad esempio il monitoraggio del funzionamento e dello sviluppo dell’informatizzazione delle attività dipartimentali con standard tecnici e organizzativi comuni, o il supporto tecnico per la funzionalità degli stessi sistemi informativi, sia a livello centrale che negli uffici periferici, compresa la banca dati Lavoro per la distribuzione in rete, secondo le linee guida definite per la realizzazione della “Piattaforma telematica integrata”. Quest’ultima è un’altra incompiuta digitale della Regione: prevista dal 2005 per dare uniformità alle pagine web di tutti i rami amministrativi è ancora in corso d’opera.

Il Centro Intranet/Internet dovrà dare poi, come previsto anche in passato, supporto tecnico a tutti gli uffici del Dipartimento per quanto concerne la posta elettronica certificata, l’accesso ad internet e al protocollo informatico, la firma digitale, il mandato informatico e nel momento di transizione dall’attuale sito web alle nuove pagine in corso di sviluppo. Sarà, inoltre, referente del servizio Attività informatica della Regione e Coordinamento sistemi informativi che opera presso il dipartimento Bilancio.

Una cosa è certa: il Centro informatico del dipartimento Lavoro, con la sua lunga storia ci dimostra che per la completa informatizzazione della Regione siciliana c’è ancora tanta strada da fare, nonostante il Cad sia in vigore dal 2005, e senza dimenticare che le norme in esso contenute, sono state richiamate solo di recente nella Legge regionale sulla trasparenza approvata dall’Ars lo scorso 22 marzo.

Articolo pubblicato il 27 maggio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus


´╗┐