Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Pubblici i dirigenti, ma non stipendi e incarichi
di Lucia Russo

La direttiva 47068 del 29/03/2010 del dg Funzione pubblica, Bologna, impone la pubblicità al decreto di conferimento incarico. Solo i dipartimenti Famiglia e Finanze della Regione pubblicano cv e stipendi, gli altri 22 fuori regola

Tags: Dirigenti Pubblici, Trasparenza, Stipendi, Incarichi



PALERMO- “La Regione siciliana nega la trasparenza. Stipendi e cv dirigenti non pubblicati on line” è l’inchiesta pubblicata dal QdS mercoledì 1 giugno scorso. Abbiamo scritto che solo un dipartimento su 24 pubblica i curricula dei dirigenti con gli stipendi e i decreti di conferimento degli incarichi. Ci ha contattato, a pubblicazione avvenuta, il dipartimento Finanze e credito dell’assessorato regionale all’Economia per precisare che anche il dipartimento Finanze pubblica le retribuzioni e i curricula dei dirigenti.
Provvediamo dunque subito a verificare e troviamo la sezione “Trasparenza valutazione e merito” e lì dentro (http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_LaNuovaStrutturaRegionale/PIR_AssessoratoEconomia/PIR_DipFinanzeCredito/PIR_TrasparenzaValutazioneeMerito/PIR_ICURRICULAVITAEDEIDIRIGENTI) tutti i pdf dei curricula in formato europeo dei dirigenti. In effetti nei singoli curricula non c’è alla fine la retribuzione del dirigente – come nel modello Brunetta applicato dal dipartimento Famiglia della Regione -  ma, dentro la sezione Trasparenza del dipartimento Finanze, basta andare alla voce “Retribuzioni dirigenti” dove troviamo un unico file pdf all’interno del quale sono inserite tutte le retribuzioni dei dirigenti di cui in altra pagina abbiamo letto il cv. L’elenco dei dirigenti del dipartimento Finanze – pubblicato qui in pagina – li comprende tutti, a partire dal dirigente generale Salvatore Taormina e per ogni retribuzione c’è la specifica di: stipendio tabellare, retribuzione di posizione parte fissa, retribuzione di posizione parte variabile e retribuzione di risultato massima spettante.
 

 
Decreti conferimento incarico, uno per ogni dirigente resi pubblici solo sul sito del dip. regionale Famiglia
 
Per quanto riguarda i decreti di conferimento degli incarichi, nel sito del dipartimento Finanze della Regione, non ne troviamo uno per ogni dirigente, ma le linee guida generali, cioè le modalità di conferimento degli incarichi, precisamente la direttiva del dg Taormina n. 146 del 28 aprile 2010, dove all’art 3 è scritto che il dg assicura per i posti dirigenziali vacanti la pubblicità sul sito istituzionale del dipartimento per un periodo minimo di 15 giorni e ne da comunicazione al dipartimento regionale Funzione pubblica. Vi è scritto anche che il dg conferisce gli incarichi avuto riguardo a : a) specificità tecnica delle materie trattate, con priorità alle esperienze maturate nel dipartimento stesso; b) principio della rotazione; c) possesso del titolo di studio universitario attinente all’incarico da ricoprire, specifiche esperienze professionali.
La direttiva del dg del dipartimento regionale Funzione pubblica, Giovanni Bologna, n. 47068 del 29 marzo 2010, però, oltre alla pubblicità dei posti dirigenziali vacanti, impone, in applicazione dell’art. 9 della lr 10/2010 e dell’art. 36 del vigente Ccrl area dirigenza, la pubblicità nei rispettivi siti anche dei criteri in base ai quali si è scelto quel candidato piuttosto che un altro a quel posto di dirigente. Quindi prima la pubblicità ai criteri in base ai quali si è scelto quel candidato a quel posto di dirigente, poi la pubblicità allo specifico decreto di conferimento dell’incarico. Solo alla fine (vedi direttiva Funzione pubblica) il dirigente della struttura di massima dimensione convoca il dirigente cui ha conferito l’incarico e sottoscrive il contratto individuale.
Questa massima pubblicità consente a tutti gli aspiranti, che hanno partecipato alla selezione per quel posto dirigenziale vacante, di conoscere i criteri per cui è stato scelto un altro e non loro e soprattutto, se ritengono, di fare ricorso, prima ancora che sia stipulato il contratto.
Alla  pubblicazione dei decreti di conferimento incarichi, uno per ogni dirigente, provvede ad oggi solo il dipartimento Famiglia della Regione, retto da Rosolino Greco, solo uno su 24 dipartimetni della Regione. Siamo pronti per essere smentiti.
 

Articolo pubblicato il 04 giugno 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus