Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
Palermo - Netturbini, proroga dei contratti continua il lavoro del Coinres
Dionisio Giordano (Fit Cisl Ambiente): “Bisogna rispettare la riforma Ato per mantenere pulite le città”. Sindaci, lavoratori e rappresentanti sindacali soddisfatti della decisione

Tags: Rifiuti, Netturbini, Coinres



PALERMO – Proroga fino al 31 dicembre per i 192 contratti a tempo determinato dei lavoratori del Coinres,  ‘Consorzio intercomunale rifiuti, energia, servizi’, scaduti in data 01 giugno. La decisione è stata presa dall’assemblea dei soci del suddetto consorzio, che gestisce la raccolta rifiuti in ventuno Paesi del palermitano. I sindaci hanno approvato all’unanimità’.
Francesco Ferrara, segretario provinciale Fit Cisl Ambiente si dichiara soddisfatto: “Un plauso ai primi cittadini che si sono assunti la responsabilità di approvare la proroga per dare continuità di lavoro agli operai che sono fondamentali per lo svolgimento dei servizi nei loro territori”. Il segretario continua: “Ancora una volta dobbiamo registrare però una nota stonata, l’assenza di alcuni sindaci che non erano presenti alla riunione e che spesso disertano le assemblee dei soci”. Ultimo problema da affrontare, a detta di Ferrara, resta quello degli stipendi, dato che i lavoratori attendono ancora le retribuzioni degli ultimi due mesi e dopo che, continua il segretario: “Alcuni primi cittadini nei giorni scorsi hanno utilizzato il metodo fai da te per anticipare solo ad alcuni parte del mensile di aprile”.

Soddisfatto anche il segretario regionale Fit Cisl Ambiente, Dionisio Giordano,che commenta così la notizia: “Se in passato abbiamo evidenziato il senso di responsabilità a volte inesistente dei primi cittadini del Coinres, non possiamo che accogliere soddisfatti l’importante decisione assunta dai sindaci oggi che assicura non solo il mantenimento dei livelli occupazionali ma anche la continuità dei servizi di igiene nei territori, che avrebbero altrimenti subito gravi conseguenze”.
Giordano si augura che la vicenda degli operai Coinres si risolva in maniera definitiva attraverso l’attivazione delle società di regolamentazione dei servizi raccolta, le Srr, previste dalla riforma Ato e che questo procedimento sia esteso a tutti gli Ato dell’isola.

“Rispettare la normativa – conclude Giordano - significa non solo mantenere i livelli occupazionali ma anche mantenere pulite le città’”.
I servizi di raccolta rifiuti proseguiranno quindi regolarmente, la notizia è stata accolta con grande soddisfazione dai lavoratori che attendevano fuori la sede del Consorzio.

Articolo pubblicato il 04 giugno 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐