Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Uffici pubblici senza qualità Ue
di Michele Giuliano

Enti locali. Migliorare il rapporto con i cittadini-utenti.
Garanzia di affidabilità. Il “bollino blu” attesta l’efficienza dei servizi resi dalle strutture pubbliche attraverso procedure ben definite secondo gli standard dettati dall’Unione europea.
Mosche bianche. A Ragusa la Provincia regionale ha tre servizi accreditati, il Capoluogo ibleo e il Comune di Brolo (in provincia di Messina) completano il desolante quadro siciliano.

Tags: Enti Locali, Unione Europea



PALERMO - Tra gli enti pubblici siciliani, sono appena cinque gli uffici che hanno ottenuto la certificazione europea di qualità: tre appartengono alla Provincia regionale di Ragusa, un altro al Comune di Ragusa e poi figura anche il Comune di Brolo, nel messinese.
Per il resto c’è il più totale deserto nell’Isola, così come viene attestato dalle banche dati di Accredia, unico ente che dalla fine del 2009 ha competenze in materia di accreditamento nel panorama nazionale.
Quindi le pubbliche amministrazioni siciliane danno l’impressione di essersi sforzate davvero poco in questo ambito. Lo dicono anche dall’ufficio Comunicazione dell’Accredia: “Effettivamente è una delle regioni in Italia con il più basso indice di certificazioni di qualità per le pubbliche amministrazioni”. (continua)

Articolo pubblicato il 07 giugno 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus