Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Case abusive, bene 15 Comuni su 390
di Rosario Battiato

Urbanistica. Lo stato di attuazione delle leggi sugli abusi.
Mole di lavoro. Rispetto al passato i Comuni siciliani hanno cambiato passo, ma negli uffici giacciono più di 380 mila pratiche. Alla media di circa 30 mila domande l’anno, passeranno 14 anni per smaltirle tutte.
Abusi edilizi. Altro capitolo: secondo l’assessorato regionale al Territorio soltanto nel 2010 ne sono stati scoperti 2.500, pari all’8% del totale, per una superficie di 462 mila metri3. Annunciata la linea dura.

Tags: Edilizia, Abusivismo, Urbanistica, Gianmaria Sparma



PALERMO - Tre leggi di sanatoria edilizia, dal 1984 al 2003 passando per il 1994, con 770 mila domande da istruire e portare a termine. Una parola! Perché a 26 anni dal primo testo i Comuni siciliani sono a metà dell’opera. Soltanto in 14 Enti locali l’iter è stato completato, mentre il Comune di Floresta (Me) è l’unico a non avere mai ricevuto richieste. In 375 Comuni su 390, invece, i faldoni sono ancora lì. E dire che, a volere considerare una media ipotetica di 2000 euro per pratica, le casse comunali rinunciano ad incassare circa 840 milioni di euro in contanti. Una cifra considerevole, in questi tempi di magra per tutti i Comuni, sempre alle prese per fare quadrare i conti.
Negli ultimi tempi, la mole di lavoro esitata è stata pari a 30 mila pratiche l’anno. Di questo passo, ne occorreranno 14 per smaltire il pregresso. (continua)

Articolo pubblicato il 09 giugno 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Abusi edilizi in Sicilia nel 2010
Abusi edilizi in Sicilia nel 2010
Istanze sanatorie edilizie (aggiornate al 2009) – 390 comuni
Istanze sanatorie edilizie (aggiornate al 2009) – 390 comuni
Il quadro delle sanatorie edilizie per provincia
Il quadro delle sanatorie edilizie per provincia