Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Referendum falsato dall’ideologia
di Rosario Battiato

Referendum. Le storpiature ideologiche sui quesiti di domani.
Domani e lunedì gli italiani devono esprimersi su 4 quesiti referendari aventi per oggetto la gestione e gli investimenti idrici, l’energia nucleare e il legittimo impedimento.
La campagna è stata trasformata in un voto contro Berlusconi. Eppure, la gestione privata dell’acqua è stata voluta da un governo di sinistra e sul nucleare molti di coloro che spingono per il “Sì” la pensavano al contrario.

Tags: Referendum, Acqua, Berlusconi, Nucleare, Leggittimo Impedimento



PALERMO – Domani scocca l’ora del referendum. I quattro quesiti referendari per tre temi - acqua, legittimo impedimento e nucleare - non possono essere liquidati con le ragioni precofenzionate dei predicatori di turno. Sull’acqua si gioca una battaglia che riguarda il futuro del servizio in Sicilia, e la vittoria del ‘no’ ai due quesiti potrebbe riconsegnare il sistema di gestione nelle mani del pubblico che ha visibilmente compromesso la salute delle infrastrutture isolane e potrebbe far saltare anche gli investimenti necessari.
Sul nucleare, invece, bisognerebbe ragionare fuori dall’emotività del momento, visto che altrove, come ad esempio in Francia e Svezia, l’energia dell’atomo è imprescindibile al bilancio energetico dei Paesi.
Sul legittimo impedimento, la vittoria dei “Sì” impedirebbe ai giudici di valutare di volta in volta l’opportunità dell’assenza, così come già avviene. (continua)

Articolo pubblicato il 11 giugno 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus