Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Piani triennali per l’utilizzo di risorse da parte degli uffici
di Maria Rosaria Minà

Attenzione anche ai rapporti finanziari con le autonomie locali secondo la l. n. 244/07. Le autovetture di servizio solo un’alternativa ad altri mezzi di trasporto



PALERMO - “Contenimento della spesa pubblica”: con tale dicitura l’art. 5 della L.R. 6/2009 relativa a ‘Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2009’ applica la L.N. n.244/2007, sui rapporti finanziari con le autonomie locali. Lo Stato dispone che le regioni adottino, secondo i propri ordinamenti, gli atti di rispettiva competenza al fine di dare attuazione ai principi fondamentali di coordinamento della finanza pubblica, dirette al contenimento della spesa.

Per la Regione Sicilia, l’adeguata applicazione della norma statale si riscontra nell’attivazione di piani triennali, contemplati nell’art. 5, finalizzati alla razionalizzazione dell’utilizzo di dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro degli uffici pubblici, delle aziende, o ancora, degli enti del settore pubblico che usufruiscono di finanziamenti o contributi a carico diretto o indiretto della Regione. Non si sottrae al principio di razionalizzazione delle risorse l’utilizzo delle autovetture di servizio, che con il nuovo provvedimento, costituiscono un’alternativa rispetto ad altri mezzi di trasporto. Rientra nel piano triennale, inoltre, la soppressione o accorpamento di uffici e strutture centrali o periferiche, finalizzata alla istituzione di sportelli unici per gli utenti ed alla riduzione di oneri per la locazione e la gestione  di immobili.

Al riguardo, “poiché l’elaborazione del piano triennale in questione investe problematiche che coinvolgono necessariamente tutti i rami dell’amministrazione regionale, - si legge nella circolare –è compreso nell’ambito delle funzioni organizzative e di coordinamento svolte dal competente Dipartimento regionale del Personale, dei Servizi generali, di Quiescenza, Previdenza ed Assistenza e dalla Segreteria generale, il compito di avviare le conseguenti iniziative volte alla elaborazione della prevista pianificazione triennale diretta alla contrazione della spesa”.

Lo stato di realizzazione del piano triennale sarà presentato dallo stesso Presidente della Regione, attraverso una relazione, i cui contenuti saranno trasmessi annualmente all’Assemblea Regionale Siciliana ed alla Corte dei Conti. (mrm)

Articolo pubblicato il 07 luglio 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Regione: spendere meglio e meno -
    La circolare n. 11/09 dell’assessorato al Bilancio per l’applicazione degli articoli 3,4,5 e 6 della Finanziaria 2009. Ai Centri di responsabilità amministrativa il compito di “garanti” ma anche di “controllori”
    (07 luglio 2009)
  • Dalle amministrazioni generali la trasmissione di un rapporto sullo stato della spesa - (07 luglio 2009)
  • Piani triennali per l’utilizzo di risorse da parte degli uffici -
    Attenzione anche ai rapporti finanziari con le autonomie locali secondo la l. n. 244/07. Le autovetture di servizio solo un’alternativa ad altri mezzi di trasporto
    (07 luglio 2009)


comments powered by Disqus