Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Comuni, 350 milioni di euro in partecipate
di Anna Claudia Dioguardi

Enti locali. Le spese senza controllo delle amministrazioni.
Operazione trasparenza. Per la legge Finanziaria 2007, i Comuni sono tenuti a comunicare, entro il 30 aprile di ogni anno, i dati relativi alle quote che detengono in organismi esterni.
Comuni capoluogo. Il Comune di Palermo ancora una volta è primo in classifica per onere complessivo di partecipazione. A chiudere il cerchio dei capoluoghi è il Comune di Enna.

Tags: Enti Locali, Partecipate, Trasparenza



PALERMO – Ammonta a oltre 350 mln di euro la spesa di 130 Comuni siciliani per 231 società e consorzi in cui hanno una partecipazione totale o parziale.
Questi i dati che si ricavano dal rapporto per il 2010 riguardante i Comuni della Sicilia pubblicato dal ministero della Pubblica amministrazione e dell’Innovazione nell’ambito dell’operazione trasparenza. Solo 130 Enti su 390, però, risultano in elenco, avendo comunicato entro il termine previsto la lista delle partecipate al ministero.
Per quanto riguarda gli oneri di partecipazione a farla da padrone è il Comune di Palermo (con quasi 240 milioni di euro), ma anche i centri non capoluogo riescono a farsi valere e, in alcuni casi, impegnano addirittura più di quanto riesce a fare un capoluogo come Ragusa. (continua)

Articolo pubblicato il 21 giugno 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Capoluoghi e societÓ partecipate
Capoluoghi e societÓ partecipate


´╗┐