Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Strade, un “inferno” di 600 km
di Vanessa Paradiso

Strade. Viabilità a intermittenza sulle strade siciliane.
Rete stradale. L’intera rete stradale siciliana si compone di 570 chilometri di autostrade, 3.591 chilometri di strade statali e altri 16.660 gestiti da altri enti come Comuni e Province.
Cantieri. Al 18 giugno su tutta la rete stradale ed autostradale di competenza Anas, i cantieri aperti erano 75 con interruzioni classificate come senso unico alternato, cambio e riduzione di carregiata.

Tags: Autostrada, Anas, Cantieri



PALERMO - La lunghezza dell’intera rete stradale siciliana che comprende sia le vie di grande comunicazione regionale, sia le infrastrutture di penetrazione nelle aree interne è di 20.821 km.
In particolare, 570 km di autostrade, delle quali 222 km sono gestite dal Cas (Consorzio per le autostrade siciliane) e 3.591 km di strade statali, il resto 16.660 km è gestito da altri enti (Comuni e Province ecc..).

Ora, la Sicilia detiene un triste primato per quanto riguarda le interruzioni dovute a lavori in corso, inizio e completamento dei lavori, manutenzione ordinaria e straordinaria e sensi unici alternati. Secondo i dati forniti dall’Anas ed aggiornati al 18 giugno 2009, su ben 42 strade (autostrade e strade statali) da questa gestite per un totale di 2.395,624 ben 26 presentano interruzioni.
Sulle autostrade, per lavori in corso (e con questo si intende anche i lavori di completamento dell’autostrada) non sono percorribili 118,600 km. Sulla tangenziale di Catania, per interruzioni (senso unico alternato e riduzione di carreggiata) non sono fruibili km 8,00. Per quanto riguarda le strade statali abbiamo contato ben 85 interruzioni per lavori in corso e sensi unici alternati ed  altro, per un totale di quasi 500 km. Al 18 giugno su tutta la rete stradale ed autostradale di competenza Anas i cantieri aperti erano 75, con riferimento alle interruzioni classificate come senso unico alternato, cambio e riduzione di carreggiata.

Come afferma l’Anas, ci occupiamo di “eventi dinamici” in continua evoluzione, per cui la lunghezza dei chilometri di interruzione calcolati, sono suscettibili di variazioni costanti; ciò non vale per le interruzioni dovute ai cantieri già al lavoro o nelle immediate previsioni di inizio lavori. Difatti, a quanto fin qui calcolato, si aggiunga il gravissimo disagio che stanno subendo i viaggiatori (e non si sa per quanto tempo) nel tratto “ponte di Primosole” sulla SS114  per cui si formano code che arrivano anche sino a 20 km.

L’assessore regionale ai Trasporti, Titti Bufardeci, ha dichiarato che “I sondaggi sul ponte Primosole sono risultati negativi e c’è il rischio che la struttura collassi”. Difatti, la circolazione a senso unico alternato è stata decisa con ordinanza per problemi legati alla vetustà del ponte e non si vedono altri rimedi se non con l’apertura del nuovo tratto autostradale Catania-Siracusa, che va dalla tangenziale di Catania a Lentini.
Si era pensato nei giorni passati alla data del 30 luglio per il lieto evento, ma è più che necessario che il tratto venga aperto ancor prima, per evitare un colossale flop.
“Entro giovedì mattina - ha dichiarato Bufardeci - conosceremo la data certa di apertura del primo tratto dell'autostrada Catania-Siracusa. L'Anas sta completando il programma di ricognizione per verificare le condizioni di sicurezza, e tutto lascia presumere che entro la settimana prossima arriverà il via libera”.

Bene intanto ha fatto il vice presidente della Regione, a chiedere che vengano velocizzati i lavori sull’Autostrada Catania-Siracusa e per non bloccare la viabilità ha chiesto all’Anas la possibilità di creare percorsi alternativi. Anche il deputato regionale Vinciullo è intervenuto ed ha dichiarato che “questa emergenza sta creando enormi difficoltà ai settori produttivi delle province di Ragusa e Siracusa. Ci sono prodotti alimentari che rischiamo di deperire a causa dei viaggi troppo lunghi.”
 Si uniscono al coro delle proteste anche i deputati dell’opposizione (Bruno Marziano e Mario Bonomo). Facendo un passo a ritroso nel tempo, è quasi paradossale constatare, che nel 1978 avevamo in Sicilia 546 km di  autostrade (in parte da completare sulla Messina-Palermo), 584 km di strade statali e 14.166 km di strade provinciali comunali e di altri enti, solo per questi ultimi in trent’anni si può notare un incremento di 2.494 km (dati Istat; annuario statistico e CNT per le strade provinciali su dati forniti dagli uffici tecnici).

Nel calcolo dei chilometri di autostrade, dopo più di un quarto di secolo, va annoverata la Catania-Siracusa e la Siracusa-Gela, quest’ultima aperta da poco al traffico proprio nel tratto Siracusa-Rosolini, ma anche su questa non mancano difficoltà ed interruzioni (si lamenta la dimenticanza di uno svincolo per Pachino, Portopalo ed il manto stradale nel tratto vicino a Rosolini presenta avvallamenti).

Articolo pubblicato il 08 luglio 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Strade, un “inferno” di 600 km -
    Strade. Viabilità a intermittenza sulle strade siciliane.
    Rete stradale. L’intera rete stradale siciliana si compone di 570 chilometri di autostrade, 3.591 chilometri di strade statali e altri 16.660 gestiti da altri enti come Comuni e Province.
    Cantieri. Al 18 giugno su tutta la rete stradale ed autostradale di competenza Anas, i cantieri aperti erano 75 con interruzioni classificate come senso unico alternato, cambio e riduzione di carregiata. (08 luglio 2009)
  • Finanziamenti: Anas, 18 i lavori in corso per una spesa di 576 mln - (08 luglio 2009)
  • Il Cas commissariato. S’indaga su anni di sprechi -
    Il Consorzio per le autostrade siciliane nelle “mani” di Manlio Munafò. Il Cas ha in gestione la Me-Ct, Me-Pa e Sr-Gela
    (08 luglio 2009)


comments powered by Disqus
Mappa delle interruzioni delle strade statali regionali
Mappa delle interruzioni delle strade statali regionali