Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Bilancio 2008-2011 positivo per la Commissione Via-Vas
di Rosario Battiato

Autorizzazioni ambientali, il Ministero ha comunicato che l’81% dei procedimenti attivati è stato concluso. Prestigiacomo: “È la dimostrazione che è stato raggiunto un elevato standard”

Tags: Ambiente, Stefania Prestigiacomo



ROMA – Un’accelerazione di rilievo. La Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale (Via e Vas) del ministero dell’Ambiente ha attivato più di 800 procedimenti, concludendone circa 650. Questo il bilancio del periodo di attività che si snoda dal luglio 2008 al maggio 2011. Anche per la Sicilia il 2011 è stato un anno di approvazione per alcuni progetti strategici. 

Soddisfazione dal ministero per la risoluzione dell’81 per cento dei procedimenti che riguardano Via e Vas. “Il lavoro svolto in questi tre anni dalla Commissione Via-Vas – ha spiegato il ministro Stefania Prestigiacomo – è la dimostrazione che in tema di autorizzazioni ambientali è stato raggiunto uno elevato standard di efficienza grazie al lavoro attento e professionale svolto dalla Commissione. Ciò ha consentito di migliorare i requisiti di sostenibilità ambientale del nostro sistema produttivo e di sbloccare centinaia di opere essenziali per l’economia del paese e per l’occupazione. Il lavoro della Commissione Via è la dimostrazione migliore di come sia possibile coniugare virtuosamente tutela del territorio e sviluppo”.

Nel dettaglio l’istruttoria tecnica degli 809 procedimenti ha riguardato 605 progetti di competenza della Commissione Via, 160 di competenza della Via speciale e 44 di competenza della Vas. La Commissione ha svolto anche un lavoro di recupero e smaltimento di 158 procedimenti che erano riferibili a istanze presentate nel 2003-2004. I pareri già emessi sono riferibili a 109 opere civili (3 aeroporti, 6 interporti, 9 opere idrauliche, 13 opere ferroviarie, 51 opere stradali, 27 porti), 108 opere energetiche (47 centrali, 9 elettrodotti, 16 metanodotti, 3 nucleare, 14 raffinerie, 10 rigassificatori, 9 stoccaggi) e 48 opere industriali (4 impianti rifiuti, 38 idrocarburi, 2 impianti chimici integrati, 4 altro). Inoltre entro la fine del mese, si legge in una nota del ministero, saranno attivati circa 10 nuovi procedimenti.

Nel 2011 anche la Sicilia ha beneficiato dell’approvazione di alcuni decreti Via che riguardano sia opere industriali che civili. Gli ultimi provvedimenti cominciano dal febbraio scorso quando è stato dato parere positivo con prescrizioni al Cas (Consorzio Autostrade Siciliane) per il “Progetto per la realizzazione dello svincolo di Alì Terme dell’Autostrada Messina-Catania nel comune di Alì Terme (ME)”. A marzo la Commissione ha espresso parere positivo con prescrizioni alla Snam Rete Gas per il Progetto del metanodotto “Melilli – Bronte”. Ad aprile è stata la volta di una infrastruttura strategica come il “Progetto definitivo autostrada Siracusa-Gela - Lotto 8 (Modica) - Variante tra le progr.Km.4+778,80 e Km 8+832,984”. Non sono mancate neanche le approvazioni di carattere più strettamente industriale ed energetico come il parere positivo con prescrizioni alla Società Raffineria di Milazzo per la Realizzazione di un impianto HMU3 per la produzione di idrogeno da gas naturale attraverso il processo di steam reforming nella esistente raffineria di Milazzo (ME).

Articolo pubblicato il 23 giugno 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐