Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Piccoli Comuni, troppe partecipate
di Anna Claudia Dioguardi

Enti locali. Le spese inutili delle amministrazioni.
Operazione trasparenza. Per la legge Finanziaria 2007, i Comuni sono tenuti a comunicare, entro il 30 aprile di ogni anno, i dati relativi alle quote che detengono in organismi esterni.
Paragone con i capoluoghi. Sono ben 45 i Comuni che nella lista si situano tra Palermo e Enna: Licata, Termini imerese, Carini e Canicattì occupano le prime posizioni.

Tags: Trasparenza, Partecipate, Enti Locali, Giuseppe Agrusa, Vincenzo Guarneri, Giuseppe Messina



PALERMO - Dei 350 milioni di € spesi dalle amministrazioni siciliane per le società partecipate, 100 milioni circa provengono dai centri non capoluogo. Questi i dati che si ricavano dal rapporto pubblicato sul sito del ministero della Pubblica amministrazione e dell’innovazione sulla base dei bilanci consuntivi 2009.
Solo 123 amministrazioni sono in linea con l’Operazione trasparenza, portata avanti dal ministro Brunetta già dal 2007, ma nessuna sanzione è al momento prevista per gli inadempienti, e per il prossimo futuro solo mail di sollecito.
Licata, Termini Imerese, Carini e Canicattì le amministrazioni con le cifre più esose; ben 45 in totale, i Comuni che nella lista si posizionano tra i nove capoluoghi. (continua)

Articolo pubblicato il 02 luglio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐