Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Piccoli Comuni, troppe partecipate
di Anna Claudia Dioguardi

Enti locali. Le spese inutili delle amministrazioni.
Operazione trasparenza. Per la legge Finanziaria 2007, i Comuni sono tenuti a comunicare, entro il 30 aprile di ogni anno, i dati relativi alle quote che detengono in organismi esterni.
Paragone con i capoluoghi. Sono ben 45 i Comuni che nella lista si situano tra Palermo e Enna: Licata, Termini imerese, Carini e Canicattì occupano le prime posizioni.

Tags: Trasparenza, Partecipate, Enti Locali, Giuseppe Agrusa, Vincenzo Guarneri, Giuseppe Messina



PALERMO - Dei 350 milioni di € spesi dalle amministrazioni siciliane per le società partecipate, 100 milioni circa provengono dai centri non capoluogo. Questi i dati che si ricavano dal rapporto pubblicato sul sito del ministero della Pubblica amministrazione e dell’innovazione sulla base dei bilanci consuntivi 2009.
Solo 123 amministrazioni sono in linea con l’Operazione trasparenza, portata avanti dal ministro Brunetta già dal 2007, ma nessuna sanzione è al momento prevista per gli inadempienti, e per il prossimo futuro solo mail di sollecito.
Licata, Termini Imerese, Carini e Canicattì le amministrazioni con le cifre più esose; ben 45 in totale, i Comuni che nella lista si posizionano tra i nove capoluoghi. (continua)

Articolo pubblicato il 02 luglio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus