Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Dalla Regione sui tagli ancora solo parole
di Raffaella Pessina

La Giunta ha approvato il Dpef 2012-14 e il Ddl sul rendiconto 2010. Si pensa di ridurre le indennità di Giunta di appena il 10 %

Tags: Ars, Raffaele Lombardo, Dpef, Gaetano Armao



PALERMO - La Giunta regionale di Governo ha approvato il Documento di programmazione economico-finanziaria per gli anni 2012-2014 e ha affrontato in via preliminare il tema dell’assestamento di bilancio per il 2011. L’esecutivo ha inoltre deliberato il disegno di legge sul rendiconto generale della Regione per l’esercizio finanziario 2010.

Sulla manovra correttiva è intervenuto l’assessore all’Economia Gaetano Armao che ha dichiarato che l’intenzione del Governo regionale è quella di recepire le norme varate dalle ultime due finanziarie di Tremonti e di eliminare tutti i privilegi “siciliani”. Si parla di tagli agli stipendi dei direttori delle partecipate, un tetto alle consulenze e la riduzione del 15% delle spese dell’Ars.
 
Inoltre riduzione del 10% degli stipendi al Presidente della Regione e agli assessori regionali. Restano ancora però da trovare 60 milioni di euro per la formazione professionale e 30 milioni per ridurre il ticket introdotto dallo Stato. Intanto la prossima settimana si terranno le ultime sedute a Palazzo dei Normanni prima della chiusura prevista per il 4 agosto.

Mercoledì a Sala D’Ercole si sono approvati 11 dei 38 articoli del Ddl sulla riforma delle Asi. In Aula è stato portato anche un emendamento firmato da Lombardo e dallo stesso assessore Venturi che porta da tre a cinque i componenti del Cda Irsap, che dà l’ultima parola sui nomi al presidente della Regione e un secondo emendamento stabilisce il controllo del Governatore anche sulla nomina dei nove componenti della Consulta delle attività produttive.

Nella stessa seduta è stato anche incardinato il disegno di legge sulla caccia. È stata infatti avviata la discussione generale e votato il passaggio agli articoli. Entrambi i documenti verranno affrontati martedì prossimo. Intanto l’assessore alla Salute, Massimo Russo è stato ascoltato dalla neonata sottocommissione d’indagine sulle infiltrazioni mafiose nel settore sanitario in Sicilia dell’Ars.

Positivo il commento del Presidente Livio Marrocco (Fli) “Ha presentato una relazione concisa ma ugualmente esauriente dei provvedimenti gia’ attuati e di quelli in programma per rendere la Sanita’ siciliana impermeabile a comitati d’affari e mafia”, ed ha aggiunto “Nelle prossime settimane continueremo a monitorare il sistema sanitario, che più di altri deve avere il rigore della trasparenza e della legalita’”. Sul fronte politico si registrano ulteriori contatti da parte del presidente della Regione con i suoi futuri alleati: “C ‘è stata una cena con l’Udc - ha dichiarato Lombardo - che sostiene il Governo e che peraltro è il gruppo di maggioranza sul piano politico nazionale di questo terzo polo, con cui l’Mpa è alleato. Ci sono stati rilievi e proposte che riguardano l’attività amministrativa e legislativa e la proposta dell’istituzione di un vertice stabile tra partiti del Terzo Polo e dell’Mpa e con il Pd, possibilmente prima della chiusura dell’Assemblea. Il vertice potrà riunirsi tutte le volte che serve in maniera tale che insieme si decidano programmi e lavori d’Aula”.

Articolo pubblicato il 22 luglio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐