Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La Regione si pappa giovani e lavoro
di Dario Raffaele e Chiara Giarruso

Lavoro. Disoccupazione da record mangiano solo i regionali.
Inattivi. In Sicilia rappresentano il 38,1% dei giovani tra i 15 e i 34 anni. Sono i Neet, ovvero la nuova generazione che non lavora, non studia, non fa formazione, in altre parole gli inattivi.
Corte dei Conti. “Un disagio sociale arginato con un numero di assunzioni nel settore pubblico in misura superiore alle effettive esigenze con la formazione di un preoccupante fenomeno di precariato”.

Tags: Regione Siciliana, Giovani, Disoccupazione, Lavoro, Corte Dei Conti, Giovanni Coppola



Il 2010 è stato un anno nero per l’occupazione: prepotente e imbarazzante è emerso il dato relativo alla generazione “Neet”, acronimo che sta per not in education, employment or training, ovvero non impegnati in corsi  formazione ma neppure alla ricerca di attività lavorative. In Sicilia rappresentano il 38,1% dei giovani  tra  i 15 e i 34 anni. Ma le origini di questo fenomeno vanno ricercate nelle responsabilità delle Istituzioni e degli enti preposti a risolvere il problema disoccupazione.
E così, accanto all’immobilismo o a scelte poco felici se non clientelari dell’assessorato regionale al Lavoro, bisogna sottolineare, anche per il 2010, la folle spesa per il personale e i tanti sprechi che si evincono dal Rendiconto generale della Regione. (continua)

Articolo pubblicato il 22 luglio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus