Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - Le piante che oscurano la visuale e i pericoli in viale Michelangelo
di Luca Insalaco

Chieste potature più frequenti. Due conferenze di servizi non sono riuscite a risolvere il problema. Oleandri belli ma “invasivi”: gli automobilisti non vedono in tempo i pedoni

Tags: Viabilità, Gesip



PALERMO - È allarme incidenti in viale Michelangelo. A mettere a repentaglio la sicurezza di pedoni e automobilisti sono gli oleandri posti come spartitraffico tra le due carreggiate dell’arteria del capoluogo. Gli oleandri, rigogliosi e alti, non permettono un’adeguata visibilità, con la conseguenza che gli automobilisti che percorrono il viale vedono solo all’ultimo momento, non solo i pedoni che si apprestano ad attraversare la strada, ma anche i motociclisti indisciplinati che utilizzano le aiuole spartitraffico per effettuare il cambio di carreggiata. A chiedere interventi urgenti è il consigliere della quinta circoscrizione, Giuseppe Vaccaro Lopes, il quale chiede che gli oleandri vengano potati potatura ad un’altezza di 50/60 cm. in modo da rendere visibili pedoni e mezzi in circolazione.
 
L’alternativa da valutare è la sostituzione degli oleandri con alberi che, crescendo meno rapidamente, non richiedano frequenti interventi di potatura. La richiesta era stata indirizzata al settore Verde e arredo urbano del Comune già nell’agosto del 2008; in seguito si sono svolte due conferenze di servizi. Nella riunione convocata nel mese di ottobre dello scorso anno, in particolare, i rappresentanti di Gesip (l’ex municipalizzata che si occupa del verde pubblico in città) aveva riconosciuto l’entità del problema, essendo l’oleandro una pianta “invasiva”, pur sottolineando che la società effettua la potatura una volta l’anno, come previsto nel contratto di servizio con il Comune. Per limitare i problemi alla sicurezza stradale, inoltre, il rappresentante della Polizia municipale, aveva avanzato la proposta di realizzare una staccionata all’interno degli sparti-carreggiata, in modo da impedire attraversamenti pedonali al di fuori dei varchi appositi.
 
Il problema, tuttavia, non è stato risolto. “Gli oleandri – ricorda il consigliere dell’Italia dei Valori, Giuseppe Vaccaro Lopes - sono sempre lì folti a mettere a repentaglio l'incolumità degli utenti della strada”. Ad ovviare all’inerzia generale non serviranno neppure i lavori per la realizzazione del tram. Se, infatti, in via Leonardo da Vinci, il marciapiede sparti-carreggiata verrà rimosso, in viale Michelangelo a saltare, con annessi arbusti, sarà soltanto il tratto del rettilineo che congiunge viale Leonardo da Vinci e viale Michelangelo, fino a via Centorbe. Gli oleandri, insomma, sopravvivranno in tutta la loro pericolosa magnificenza.
 

 
Il Comune: La Grisafi smorza: “Non c’è nessun problema sicurezza”
 
PALERMO – “Sono delle assurdità: mi sono informata con i tecnici e posso affermare che non c’è nessun problema sicurezza. Gli oleandri servono proprio per agevolare gli automobilisti ed a impedire che, di sera, le automobili che provengono da un senso di marcia inverso abbaglino le altre”.
L’assessore comunale al Verde pubblico, Francesca Grisafi, smentisce categoricamente quanto affermato dal consigliere di circoscrizione Vaccaro Lopes e spiega come gli oleandri, per la loro conformazione, siano stati appositamente scelti per fungere da spartitraffico.
“Li abbasseremo, se sarà necessario e nella stagione adatta, ma posso assicurare che gli oleandri non sono di alcun intralcio alla circolazione stradale ed ai pedoni – chiosa la Grisafi -. Gli oleandri di viale Michelangelo, oltretutto, sono bellissimi”.

Articolo pubblicato il 05 agosto 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Viale Michelangelo
Viale Michelangelo
Uno scorcio dello spartitraffico con gli oleandri
Uno scorcio dello spartitraffico con gli oleandri