Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Siracusa - Suap: via al servizio informatico l’attivazione in 18 Comuni su 21
di Giuseppe Solarino

Coordinato dalla Provincia e collegato a diversi Enti è un punto di riferimento per le imprese. Siracusa è la seconda Provincia che avvia il sistema in modo completo

Tags: Suap, Informatizzazione



SIRACUSA - Questa settimana prende il via in 18 dei 21 comuni della provincia di Siracusa il servizio informatico Suap (Sportello unico per le attività produttive).

Detto sportello, coordinato dalla Provincia aretusea, è collegato alla Camera di commercio, agli altri enti pubblici e privati e alle categorie produttive e professionali, al quale potranno fare riferimento le imprese e chi vorrà iniziare una attività.
Recentemente ha avuto luogo, presso la sede della Provincia, la presentazione ufficiale del servizio a cui hanno partecipato il presidente della Provincia, Nicola Bono, il vice presidente della Camera di commercio siracusana, Pippo Gianninoto, il segretario generale della Camera di commercio, Roberto Cappellani, l’assessore provinciale allo Sviluppo, Nicky Paci, il direttore generale della Provincia, Clelia Corsico, e il responsabile Sviluppo economico, Salvatore Mancarella.
Nicola Bono ha dichiarato: “Lo sportello unico è stato fra le priorità dell’amministrazione subito dopo il suo insediamento, anche come misura di attuazione dell’Accordo di programma per la chimica che lo prevedeva e della normativa nazionale e regionale che persegue questo obbiettivo fin dal 1997.

Se lo sportello unico - ha continuato - non è stato realizzato prima, ciò è dovuto anche all’ evoluzione normativa che solo recentemente ha garantito il completo passaggio al sistema informatico, superando il cartaceo a cui era in parte legato il funzionamento dello stesso sportello”.
Con 18 Comuni su un totale di 21 la Provincia aretusea si colloca tra quelle siciliane con il più alto tasso di partecipazione da parte degli Enti locali coprendo circa il 95 per cento della popolazione.
Per l’esattezza, dopo Ragusa, è la prima Provincia che avvia il sistema in modo completo, coinvolgendo anche degli ordini professionali, oltre ai soggetti economici ed istituzionali.

Non fanno parte del sistema i tre Comuni di Sortino, Melilli e Ferla. Bono ha affermato che: “In collaborazione con la Camera di commercio lo sportello unico velocizzerà le procedure utili alle imprese, facendo diventare il territorio appetibile agli investimenti, specie quelli esterni che hanno bisogno di certezze sui tempi della autorizzazioni.
Mi auguro - ha concluso - che nelle prossime settimane anche Melilli, Sortino e Ferla entrino nel sistema. Per legge, entro la fine di settembre, tutti i Comuni devono far parte del Suap ed essere accreditati preso il ministero dello Sviluppo economico, mentre quelli che non dovessero aderire, sempre secondo normativa, saranno commissariati dalla Camera di commercio”.

Articolo pubblicato il 10 agosto 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus