Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Agenzie di viaggio occhio a quelle online
Scarsa trasparenza e difficoltà nei reclami

Tags: Agenzia Di Viaggio, Internet



PALERMO - Scarsa trasparenza delle informazioni ai consumatori, meccanismi di assicurazione dei pacchetti vacanza poco chiari, addebiti su carte di credito non dovuti per transazioni non completate, gestione scorretta dei reclami.
Sono questi i principali comportamenti, contrari al Codice del Consumo, che si riscontrano in alcune agenzie di viaggio on line. Ecco, quindi, alcuni consigli per evitare fregature.
Quasi sempre l’ offerta è promossa (voli, sistemazioni alberghiere, voli + albergo) tramite internet con l’illustrazione incompleta e ingannevole di tariffe vantaggiose nella homepage del sito. Solo nella fase finale del processo di prenotazione il consumatore trova un’informativa completa sul prezzo globale effettivo dei servizi intermediati, il cui costo è sensibilmente superiore a quello pubblicizzato in homepage nonché di una dettagliata esposizione di tutte le componenti di costo delle transazioni.  In alcuni casi per le sistemazioni alberghiere spesso non è individuabile con esattezza il prezzo finale neppure al termine della procedura di prenotazione perché restano esclude eventuali tasse comunali e locali o imposte.

Alcune Agenzie di viaggio on line gestiscono in modo scorretto il processo di prenotazione e pagamento dei servizi on line mediante carta di credito o carte prepagate; questo avviene perché non approntano un sistema in grado di garantire al consumatore lo sblocco delle somme congelate per operazioni non andate a buon fine in tempi rapidi, secondo le regole approntate dai circuiti delle carte.

Ed ancora, alcune volte sono scorrette le modalità di offerta della garanzia assicurativa per l’annullamento del viaggio, per danneggiamento e/o smarrimento del bagaglio e per spese mediche, polizze proposte quasi sempre nella fase finale del processo di prenotazione, attraverso un meccanismo di silenzio-assenso.

Vi è, infine, la scarsa trasparenza e chiarezza delle informazioni sull’identità del professionista; questo ostacola la corretta trattazione dei reclami secondo la vigente normativa. Ricordatevi che sono scorrette, per esempio, le modalità di assistenza al consumatore mediante un numero telefonico a pagamento dai costi particolarmente elevati quando questo è l’unico strumento per avere un contatto diretto e rapido con l’agenzia on line.

Articolo pubblicato il 11 agosto 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus