Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

42 mln per imprese giovanili e femminili
di Rosario Battiato

Poco più di 60 milioni di euro in arrivo anche per le aziende che si occupano di ricerca industriale integrata con l’Università. Il provvedimento del dg Attività produttive, Marco Romano, registrato dalla Corte dei Conti

Tags: Marco Romano, Donne, Lavoro, Giovani



PALERMO - Il 9 agosto scorso la Corte dei Conti ha registrato il provvedimento di Marco Romano, dirigente generale dipartimento Attività produttive, che ha approvato le gradutorie definitive relative ai programmi proposti dalle imprese “di nuova costituzione” e dalle imprese “femminili e giovanili”.

Si tratta di circa circa 42 milioni di euro di risorse finanziarie che con successivi singoli provvedimenti saranno impegnati a favore dei benficiari  delle agevolazioni. Poco di 60 milioni di euro sono stati invece messi a contributo per le le aziende che si occupano di ricerca industriale e sviluppo sperimentale in connessione con filiere produttive e distretti tecnologici, così ad agevolare un alto grado di integrazione tra Università e imprese.

Sul sito internet del dipartimento regionale delle Attività Produttive sono stati pubblicati i decreti di approvazione delle graduatorie relative alle imprese di nuova costituzione, giovanili e femminili (linee di intervento 5.1.3.1, 5.1.3.4 e 5.1.3.5 del P.O. Fesr 2007-2013) e quella degli interventi a sostegno all’attività di ricerca e di sviluppo sperimentale (linea 4.1.1.1). I provvedimenti, firmati dal dirigente generale del dipartimento Attività Produttive, Marco Romano, il 9 agosto sono stati registrati dalla Corte dei Conti e quindi pubblicati sul sito (http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_L aNuovaStrutturaRegionale/PIR_AttivitaProduttive/PIR_DipAttivitaProduttive. Sempre online sarà inoltre possibile consultare entrambi i provvedimenti di approvazione, le graduatorie dei progetti ammessi e di quelli non ammissibili.

Ecco in dettaglio le spese finanziate per settore e i progetti approvati. Per la Linea 4.1.1.1, sono stati approvati 49 progetti che saranno ammessi a contributo per una spesa totale di 59 milioni e 987.384 mila euro. Sul sito sa è possibile consultare la graduatoria, la tipologia di progetto, l’indicazione del punteggio ottenuto e le agevolazioni spettanti. La linea 4.1.1.1 del P.O-Fers 2007-2013 prevede azioni di sostegno all’attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale in connessione con filiere produttive, distretti tecnologici e produttivi in settori di potenziale eccellenza che sperimentino un elevato grado di integrazione tra università, centri di ricerca, PMI e grandi imprese.

A proposito delle linee 5.1.3. le risorse finanziarie impegnate complessivamente per le tre misure ammontano a circa 42 milioni da suddiviere in 24 milioni e 312.971 per la linea 5.1.3.1; 11 milioni 873.930 per la linea 5.1.3.4 e 6 milioni 749.805 per la 5.1.3.5. In totale ci sono 137 progetti nelle graduatorie, ma per alcuni di questi, in particolare quelli dell’allegato C sono previste delle subordinazioni. Nel caso di queste 44 aziende segnalate “la concessione provvisoria delle agevolazioni è subordinata alla trasmissione della documentazione indicata”.

In estrema sintesi la linea 5.1.3.1 prevede la definizione di un regime di aiuti che consenta alle imprese, attraverso un unico strumento, la possibilità di operare tra più strumenti agevolativi, ivi compreso il credito di imposta, per investimenti esclusivamente finalizzati a perseguire obiettivi di sviluppo di tipo non generalista (entro i limiti di intensità di aiuto consentiti). La 5.1.3.4 mira ad azioni per la promozione ed il sostegno di iniziative imprenditoriali di determinate categorie di destinatari - in questo caso giovani e donne - nei settori industriali e dei servizi alle imprese legate a nuove opportunità di investimento, favorendo anche la creazione di servizi per la conciliazione lavoro/vita.

La 5.1.3.5, infine, riguarda azioni finalizzate alla concentrazione di nuovi investimenti produttivi per l’insediamento di imprese di nuova costituzione o di quelle esistenti che intendano rilocalizzarsi in aree attrezzate.

Articolo pubblicato il 18 agosto 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus