Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Incendi, 3 forestali su 4 guardano
di Rosario Battiato

Ambiente. L’emergenza estiva e la gestione dei servizi.
Il punto. Nelle ultime settimane si registra un notevole aumento degli incendi boschivi, in terreni sia privati che pubblici. I roghi vengono spenti grazie al prezioso apporto di precari al servizio del dipartimento foreste.
Le mansioni. Questa circostanza rimane immutata nel tempo: dei 25 mila forestali stagionali, solo 7.200 rischiano, a volte, anche la vita. La maggior parte è impegnata in servizi ritenuti di prevenzione.

Tags: Forestali, Pietro Tolomeo



PALERMO – Come ogni anno, la triste stagione degli incendi si è abbattuta sull’Isola. Le note dolenti non cambiano: la fonte del fuoco resta quasi esclusivamente, come da tradizione, di natura dolosa, mentre le province più colpite sono state Palermo, Caltanissetta, Messina ed Enna.
Nelle scorse settimane nei boschi di Casaboli, San Martino, Giacalone il fuoco ha percorso ben 150 ettari di boschi. Dal 15 giugno gli interventi coordinati dal Corpo forestale sono stati oltre 4.300, con l’impiego di Canadair costati ben 3,5 milioni.
A fronte di questo stato emergenziale perpetuo, l’Isola deve mantenere un esercito di precari, che, evidentemente, serve poco alla prevenzione, visto che gli interventi del Corpo forestale e del buon sistema regionale di spegnimento, arrivano dopo le segnalazioni delle fiamme già alte. (continua)

Articolo pubblicato il 03 settembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus


´╗┐